Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

EROS E MOTO

Opinioni

Eros e MotoSE STESSI

Eros e moto? secondo me non hanno grande attinenza.
La cucina è erotica nel senso che è conviviale, il cibo lo si introduce in bocca con le dita, c'è un contatto, un richiamo. Una cena è un preambolo, si gioca col cibo, si corteggia col cibo. Un giro in moto non lo vedo così, come un preliminare, sì è vero, mi vede il culo da dietro, e magari la cosa lo eccita, a patto che non lo infili... Il vino allenta le barriere difensive (ci si lascia andare), il ballo unisce i corpi fisicamente ed è un richiamo visivo, corpi che sballonzano, ancheggiamenti che richiamano l'atto, la moto è solo qualcosa con se stessi non con l'altro/a... è la mia opinione.... lo sapevo che ero frigida!
ps: per le vibrazioni, ricordo una volta che ero giovane, ma non era una moto... aveva 12 cilindri e ... al suo confronto il monster è una giapponese!

Cosa è che fa salire una donna sulla sua moto di diverso da quello che spinge un uomo a fare la stessa cosa? (sempre che diverso sia). Se certi atteggiamenti che abbiamo anche noi sono davvero "sentiti" o solo frutto di emulazione inconsapevole... Vento, viaggi, libertà e indipendenza ma soprattutto il senso di grande forza che mi dà l'adrenalina sparata a mille nelle vene quando vibra tutto... seguo la strada, a volte concentrata e fissa, altre volte persa e libera, comunque da sola e con il vento in faccia, mi fa stare bene andare in moto... il sesso non c'entra.

Io quando vado in moto vado perché adoro andare in moto, e quando vado in pista cerco di andare forte perché mi piace andare forte, perché voglio sfidare me stessa e non gli altri, men che meno le altre...
Io non mi sento così, e non vedo nemmeno tanta invidia quando le ragazze mi guardano mentre sono in moto. Io non sono diversa da nessuno... solo altre ragazze hanno deciso di fare cose diverse dall'andare in moto. C'è chi si lancia con il paracadute, chi fa poligono, chi fa canoa, chi gioca a calcio, a tennis, chi gioca a guerra simulata, ecc. a me piace andare in moto. Guardo gli altri motociclisti/e per interesse, per imparare cose nuove, per conoscere le loro esperienze. Tutto qua.
Secondo me, se vogliamo essere motocicliste, dovremmo smettere di fissarci in testa che noi siamo diverse, perché non è vero. La differenza è che tutti possono vedere la nostra passione anche per strada, mentre una che fa guerra simulata non può andare in giro vestita come rambo per strada...

Ma tutto 'sto simbolo fallico ma dove lo trovate? :)
Che lo sia per gli uomini è cosa risaputa da sempre, che la "potenza" di una moto e lo spirito di competizione siano atavici simboli del "sono più forte, combatto, uccido la preda e quindi mi accoppio più facilmente", non bisogna essere psicologi per questo. Qualcuna ha detto che gli uomini sfogano le loro frustrazioni sessuali con la moto, di sicuro, e non solo con la moto, ma vedi palestra ossessiva, macchinone, ecc.
D'altronde appunto e' un qualcosa che si rispecchia in tutto quello che in genere fanno gli uomini, l'essere il migliore, il farsi notare, ecc. ma sono dei gran bambinoni e prendiamoli per quello che sono. Ma noi ragazze? Una delle cose belle che ci "differenzia" dagli uomini è proprio il fatto che facciamo molte cose solo perche' ci piace farle, senza secondi fini o pensieri reconditi. Dovunque ci sono delle eccezioni, e ben vengano, ma a me sembra che alla base questi siano i concetti. Io ho iniziato ad andare in moto perche' ho avuto voglia di farlo, non per dimostrare qualcosa a qualcuno! Casomai ho dimostrato a me stessa, una volta ancora, che quando mi metto in testa qualcosa, e ne sono convinta, la faccio, punto. Non mi eccito ad andare in moto, sono serena, mi gusto il momento, mi piace, ne apprezzo e ne sento tutte le sfumature, stop. Il sesso è totalmente un'altra cosa per me, con altre sensazioni, da vivere in un altro modo, e' il "lasciarsi andare" (provate a "lasciarvi andare" in moto - botto assicurato), è la fusione tra 2 corpi, è il contatto (io questo in moto non lo sento), insomma sono 2 cose completamente diverse.

Motocicliste 2000