Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

Gomme e azoto

sapreste dirmi i pro & contro di gomme gonfiate con l'azoto?
La miscela di gas inerti (comunemente chiamata azoto) fa in modo che la pressione della gomma subisca in maniera estremamente contenuta le variazioni derivanti dall'aumento di temperatura della gomma durante la guida.
Questo ad esempio fa si' che se dalla strada vai in pista, dove la gomma raggiunge temperature piu' elevate, la gomma gonfiata con aria devi sgonfiarla un po' (che poi si dilata, ad esempio se sui strada la tieni a 2.4 in pista la metti a 2), mentre quella con azoto la tieni sempre alla pressione ideale.
Inoltre, l'azoto non contiene impurita' (quali solventi, polveri e altro) che potrebbero danneggiare la camera d'aria o il pneumatico. Ma c'e' da dire che questa tecnologia e' stata pensata piu' per i piloti in pista che conoscono esattamente le reazioni e il comportamento della gomma, ecc. Nell'uso normale, l'utente medio non ha modo di capire se la pressione ideale sia di messo bar piu' o meno elevata.
Di contro, gli svantaggi dell'azoto sono piu' terra terra: il costo del gonfiaggio (dalle 10 alle 20 mila lire, i piu' folli); e, anche se in teoria non si sgonfiano o si sgonfiano molto meno delle altre, ogni tanto e' sempre il caso di controllare e, mentre per gonfiare con l'aria puoi fare da te in un qualunque distributore, per l'azoto devi andare da un gommista.
(Paola)

L'aria che respiriamo, quindi anche quella che viene pompata da un compressore quando gonfiamo le gomme, e' gia' composta dal 75% di azoto, il resto e' ossigeno, anidride carbonica e altri gas in minore proporzione. Quando il gonfiaggio avviene con azoto, semplicemente si manda dentro il pneumatico il 100% di azoto anziche' il 75%. L'azoto e' un gas inerte che probabilmente riduce la dipendenza della pressione dalla temperatura (e ok in pista), pero' dubito che abbia altri vantaggi per un motociclista "standard", compreso quello di non dovere controllare la pressione delle gomme o controllarla meno spesso: il calo di pressione dipende da piccole perdite della valvola e del pneumatico, non dal tipo di gas immesso. Per quanto riguarda il ritocco della pressione di un pneumatico gonfiato ad azoto, credo che non vi siano problemi a farlo con un compressore normale: al limite aggingiamo un po' di ossigeno (una virgolina)
all'azoto che sta gia' dentro. Insomma, io non vado in pista, ma spendere 10-20000 lire per un gonfiaggio di azoto mi sembra una follia!
(Fefu)

Motocicliste 2000