Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La macchina fotografica
vari tipi (reflex o non), formati pellicola
Otturatore
velocità di otturazione
Diaframma
valori, profondità di campo
Pellicole
sensibilità, ASA, DIN, ISO
Esposizione
valori, come scegliere
Gli obiettivi
quali usare e come
L'inquadratura
primo piano, mezza figura, panoramica, still life...

Le vostre foto
- Cristina
- Andrea
- Alessia
- Chantal
- Francesca

Concorso fotografico
La moto del tempo: storia della motocicletta ed emozioni raccontate con immagini 
Esposizione

L’esposizione è la quantità di luce che impressiona la pellicola: il diaframma regola la quantità di luce e l’otturatore regola il tempo di esposizione, il tutto in base alla sensibilità della pellicola.
Sembra che in fotografia tutto si basi sui doppi e sui mezzi, vediamo cosa comporta con degli esempi. Poniamo il caso in cui la giusta esposizione con una pellicola a 100 ASA sia di 1/125 con diaframma 5.6. La stessa esposizione la otterremmo con 1/60 diaframma 8, oppure 1/250 diaframma 4.
Allora, in base a cosa decidiamo come esporre la pellicola? Semplice: se il soggetto è in movimento o stiamo usando un teleobiettivo, impostiamo un tempo di esposizione più breve, 1/250 aprendo il diaframma per compensare la riduzione del tempo di esposizione. Se invece il soggetto è ben fermo, lo siamo anche noi, e vogliamo ottenere un aumento della profondità di campo, allora aumentiamo il tempo di esposizione per poter chiudere il diaframma.
Se sappiamo in partenza che utilizzeremo un teleobiettivo per fare le foto delle prove in pista, è bene premunirsi di una pellicola di almeno 400 ASA per poter ridurre il più possibile i tempi di esposizione.

Fabio Lagatta

Motocicliste ® 2000