Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La macchina fotografica
vari tipi (reflex o non), formati pellicola
Otturatore
velocità di otturazione
Diaframma
valori, profondità di campo
Pellicole
sensibilità, ASA, DIN, ISO
Esposizione
valori, come scegliere
Gli obiettivi
quali usare e come
L'inquadratura
primo piano, mezza figura, panoramica, still life...

Le vostre foto
- Cristina
- Andrea
- Alessia
- Chantal
- Francesca

Concorso fotografico
La moto del tempo: storia della motocicletta ed emozioni raccontate con immagini 
L'otturatore

L’otturatore è normalmente chiuso e protegge la pellicola da esposizioni involontarie, al momento dello scatto questo si apre e si richiude dopo un tempo determinato. La velocità di otturazione è il tempo in cui la pellicola rimane esposta alla luce. Oltre che ai fini della corretta esposizione della pellicola, la scelta della velocità di otturazione dipende anche da altri fattori. Se ad esempio fotografiamo oggetti in movimento (motociclette generalmente) o siamo noi in movimento (su una moto ovviamente), dobbiamo utilizzare tempi molto brevi per evitare fotografie "mosse". Anche se utilizziamo un teleobiettivo, è prudente utilizzare tempi di esposizione molto brevi.

La velocità di otturazione viene espressa in frazioni di secondo ed ogni punto raddoppia o dimezza il tempo. L’andamento tipico è: 1/60, 1/125, 1/250, 1/500 e così via sia in alto che in basso; i limiti massimi e minimi dei tempi di otturazione dipendono dalle caratteristiche della macchina fotografica. Utilizzando un tempo al di sotto del 60mo di secondo, è bene trovare un appoggio per l’apparecchio per evitare fotografie mosse. 

Fabio Lagatta

Motocicliste ® 2000