Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

4° MEETING EUROPEO MOTOCICLISTE
31 luglio - 1 agosto 2004

Autodromo di Varano de' Melegari (Parma)
organizzato da MOTOCICLISTE.NET
col patrocinio della Federazione Motociclistica Italiana
Federazione Motociclistica Italiana

sponsor
DUNLOP
---DUCATI
CONTI ---Motoshop Yamaha Parma ---Cherie

GALLERY FOTOGRAFICA

4° MEETING EUROPEO MOTOCICLISTE350 motocicliste a Varano!
Venute da ogni parte d'Italia e anche dalla Francia, dalla Svizzera, dalla Germania, sono arrivate per godersi tre giorni di moto tutti dedicati a loro.

In duecento hanno provato la pista, chi per la prima volta, chi seguendo gli istruttori coordinati da Enrico Fugardi, chi provando le tante Ducati a disposizione.

Altre 40 ragazze hanno seguito i corsi di supermotard di Corsi Moto, una cinquantina le motocicliste ai corsi di fuoristrada che hanno guadato il fiume con le moto Yamaha del Motoshop di Parma e gli istruttori Paolo Bergamaschi e Giuseppe Gori.

Le piu’ turistiche hanno preferito seguire gli itinerari proposti dalla guida locale, oppure provare le moto Ducati messe a disposizione da Ducati Parma per le prove su strada.

Oltre 60 ragazze si sono cimentate nella prova dei quad intorno alle campagne di Varano, e tantissime quelle che sono salite sulle minimoto Conti.

4° MEETING EUROPEO MOTOCICLISTEAffollatissimi e sempre pieni i corsi di manutenzione del meccanico Franco Di Paolo, così come pure i corsi sul funzionamento del motore tenuti dalla motociclista ingegnere Silvia Gaiani.

L’assistenza Dunlop ha permesso a tutte di viaggiare o correre in tutta sicurezza, grazie anche ai consigli che i tecnici dispensavano alle ragazze per una migliore messa a punto della propria moto.

Al completo i corsi per principianti dove oltre 40 ragazze hanno mosso i loro primi passi sulla moto (i Ducati Monster 620).

4° MEETING EUROPEO MOTOCICLISTEBox pieni anche per i workshop sulla sicurezza stradale e primo soccorso tenuto dal presidente dell’Associazione Motociclisti incolumi Marco Guidarini (che ha presentato il suo libro tutto dedicato alla sicurezza), e il workshop sul viaggio di Claudia Rossi, rivolto a chi si prepara ad affrontare un lungo giro in moto.

Alcune mamme a seguire il corso Moto e Bimbi di Cristiana Toria e naturalmente tutte quante, motocicliste, staff, istruttori e sponsor presenti alla festa del sabato sera dove - dopo la cena e le premiazioni con bei premi messi in palio da Ducati, Dunlop, Conti, Rizoma, Cherie - le due bravissime cantanti KEY KEY e CIGLIO VOICE hanno scatenato fino a tardi le ragazze.

4° MEETING EUROPEO MOTOCICLISTELe piu’ veloci esordienti si sono cimentate domenica nella Superpole, sotto gli occhi delle pilote professioniste: un giro cronometrato per scoprire quali nuove promesse nel settore velocità vedremo l’anno prossimo sulle piste. Oltre alla diciassettenne Tini Volkel (la più giovane al raduno), che già corre nei campionati tedeschi con la sua Honda RS125, si sono distinte Raffaella Ghirarduzzi e Carolina Visinoni, la prima su Cbr 600rr, la seconda su R6.

Centinaia di motocicliste e di moto: questo il colpo d’occhio che si aveva guardando il paddock di Varano: dalle vecchie Guzzi e Cb four degli anni '70, a fiammanti MV Agusta, chi in cammino per centinaia di chilometri per raggiungere Varano con tenda e sacco a pelo legati dietro, chi già in tuta di pelle su moto sportive e gomme consumate alla spalla. Si sono viste tutte questo week end: amiche di chat e mailing list che tutto l’anno si tengono in contatto attraverso il sito www.motocicliste.net; ragazze in solitaria venute, oltre che per seguire i corsi e migliorare il proprio livello di guida, anche per conoscere altre motocicliste con cui condividere la stessa passione per le due ruote; esperte motocicliste come Claire Tourres, responsabile in Francia della Dream Cup, che da Parigi è anche la motociclista arrivata da più lontano.

4° MEETING EUROPEO MOTOCICLISTELe emozioni più forti, oltre che per le ragazze in pista e le principianti che hanno guidato per la prima volta una moto, le hanno raccontate le motocicliste al ritorno dai corsi di fuoristrada e motard, segno che il gusto per la per la perdita di aderenza sta contagiando anche le donne…

Ospite d’onore tra i paddock Paolo Sesti, il presidente della Federazione Motociclistica Italiana che molto ha creduto quest’anno nel motociclismo femminile supportando iniziative come il Trofeo Italiano Motocicliste e questo Meeting Europeo.

Un bellissimo week end quello appena trascorso, da rimanere a lungo della memoria di centinaia di motocicliste che hanno vissuto la passione che le unisce a 360° su strada, pista, sterrato e di traverso!

Alcuni dei primi commenti

“Sono contentissima dell'esperienza che ho fatto perché nel tornare a casa ho guidato in modo molto diverso, più "sciolto" direi, come se tutto d'un botto avessi guadagnato fiducia nelle mie capacità”.

“Vorrei ringraziare l'istruttore del corso fuoristrada che ci ha fatto divertire e sudare”.

“Ho pianto come una bambina al ritorno del giro cronometrato dove la pista è vuota per te, dove gli occhi sono su di te e la bandiera a scacchi è tua. Ho pianto perché certe emozioni sono incontenibili ed è stato il più grande regalo che le motocicliste potessero farmi”.

"Vorrei solo ringraziare tutte le organizzatrici di questo bellissimo raduno
e dirvi quanto mi sono divertita a vedere tutte queste ragazze con la mia
stessa passione!"

"Desidero ringraziare tutti gli istruttori dei corsi, hanno davvero sudato per arrivare a seguirci e a rispondere, sempre con un sorriso, a tutte le nostre domande... Grazie di cuore! Purtroppo noi in Svizzera non abbiamo dei circuiti e temo che mi dovrete sopportare ancora l'anno prossimo!"

"Il meeting è un'evento unico e non lo perderei mai per nulla al mondo!"

“Tornando a casa ho avuto diverse centinaia di chilometri per pensare a come ringraziare per questa esperienza... Non credo di aver trovato parole adatte per esprimere la contentezza di aver capito molte cose, come ad esempio che i miei limiti e le mie paure posso essere superati con un po' di coraggio e di determinazione... qualità che non ho visto mancare in nessuna delle ragazze che ho conosciuto qui”.

Motocicliste 2000