Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

FILM

La Poderosa
[ovvero: anche la motocicletta ha avuto la sua parte]

I diari della motociclettaIl 21 maggio 2004 è uscito il film "I diari della motocicletta", in concorso alla 57a edizione del Festival di Cannes.

Argentina, 1952. Negli stessi anni in cui Kerouak era "on the road", alla ricerca di se stesso, due amici, Ernesto Guevara, 23 anni, laureando in medicina, ed Alberto Granado, 29 anni, biochimico, decidono di partire alla scoperta dell'America Latina, in sella ad una vecchia motocicletta: una Norton 500 del 1939, La Poderosa.

Partiti da Buenos Aires, i due ragazzi attraversano tutta l'Argentina, ma sono poi costretti a proseguire a piedi in Cile ed in Perù, dopo che la mitica moto li abbandona.
Raggiungono le rovine Inca di Machu Picchu, il Rio delle Amazzoni, dove imperversa la peste, fino a dividersi, al termine dell'esperienza comune.

I diari della motociclettaQuella che era iniziato come un'avventura acquista progressivamente una valenza differente. Il confronto con la realtà sociale e politica dei diversi Paesi che i due amici scoprono durante il loro viaggio, modifica profondamente la loro percezione del mondo. Questa esperienza, vissuta durante un periodo decisivo delle loro esistenze, risveglia nello loro coscienze una nuova vocazione, associata al desiderio di giustizia sociale.

Categorizzare questa pellicola con decisione, non si può. Road-movie? Qui però manca la componente "evasione". Forse sarebbe meglio definirlo viaggio iniziatico o di formazione, la cui sceneggiatura prende vita non da un romanzo, bensì dagli appunti di viaggio I diari della motociclettadello stesso Ernesto ("The Motorcycle Diaries"), che il regista brasiliano Walter Salles ha accuratamente confrontato con i ricordi, ancora vividi, del suo vecchio compagno di viaggio, Alberto Granado, tutt'ora in vita (autore egli stesso del libro "With Che Through Latin America").
L'immagine che questo film ci restituisce, del giovane Guevara prima che diventasse il "Che", prima che acquisisse una vera coscienza politica, sembra scevra da ogni accenno al "personaggio mitico", all'eroico capo rivoluzionario, mentre ci mostra, fedele alla realtà dei fatti, un giovane uomo con tutte le sue inquitudini, le sue ansie e i suoi dubbi, e purtroppo
già alle prese con la malattia polmonare che lo perseguiterà fino alla fine.

Granado oggi, a 81 anni, in sella ad una NortonDopo cinque anni di lavorazione, e con la preziosa supervisione del vecchio Granado (quasi un co-sceneggiatore), che ha accompagnato la troupe durante questo viaggio "nella memoria", e con la partecipazione nella coproduzione di Gianni Minà e Robert Redford, finalmente ci viene restituito un ritratto il più possibile fedele del primo viaggio del giovane Ernesto attraverso l'America Latina, che rivela però, a noi occidentali, una situazione tuttora
tristemente molto attuale.

Scheda del film
Titolo originale: The Motorcycles Diaries
Paese: USA / Germania / Gran Bretagna
Regia: Walter Salles (del quale ricordiamo "Central do Brasil" -1998)
Sceneggiatura: Jose Rivera
Protagonisti: Gael Garcìa Bernal, nel ruolo di Ernesto Guevara (e che
ricordiamo in "Amores Perros" - 2000); e Rodrigo de la Serna, nel ruolo di
Alberto Granado.
Durata: 126 min. (colore)
Anno: 2004
Genere: Drammatico
Motocicliste 2000