Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

Frizione

Le frizioni impiegate sulle moto moderne possono essere formate da un disco o da più dischi: i dischi sono di metalli diversi o ricoperti da speciali guarnizioni, ma il funzionamento e la durata non differiscono di molto. La differenza principale fra i vari tipi di frizione è fra frizioni a secco e frizioni in bagno d’olio. Queste ultime lavorano, appunto, immerse nel lubrificante. Come sempre avviene per le moto moderne, è assai difficile sostenere la superiorità di questo o quel componente. In linea teorica, le frizioni a secco dovrebbero essere più robuste. Avviene però che si impieghino frizioni a secco per le moto sportive e che, per contenerne il peso, si riduca il numero dei dischi che le compongono. Ecco che la frizione diventa fragile. D’altro canto, le turistiche BMW contano su frizioni a secco che andrebbero bene anche per i camion. Molte moto giapponesi, proverbiali per la loro affidabilità, usano frizioni in bagno d’olio che dovrebbero risultare più fragili e, al contrario, garantiscono chilometraggi molto consistenti senza creare problemi (il più diffuso è legato al fatto che il lubrificante si addensa a freddo e quindi la frizione diventa dura e brusca nell’intervento: si "incolla". Di contro, a caldo, il lubificante diventa molto fluido e quindi può provocare un leggero slittamento).

da 51 itinerari in moto attraverso l'Italia, Mario Vicentini

 

 

 

 

 

 

Motocicliste ® 2000