Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti

Moto: Ducati 999

DUCATI 999

Ducati 999Appena salita in sella, l'impressione che ricevo da questa moto e' che la posizione sia molto vincolante. Ti proietta gia' in una dimensione che propone la guida sportiva da pista. Inclinazioni accentuate, posizione raccolta.
Il serbatoio, data la sua conformazione racchiude gambe e braccia in un tutt'uno col busto, con una ergonomicita' eccezionale.
La posizione delle braccia semi distese e l'impugnatura dei semimanubri trasmettono sicurezza nella guida. La strumentazione ben visibile e chiara nella lettura.
La sento un po' "lunga" ma in realta' e' solo una sensazione che poi nella guida non viene trasmessa , anzi tutt'altro, si rivelera' molto agile.
Il motore ovviamente e' un bicilindrico di grossa cubatura. Scalda parecchio sotto le gambe anche in pista. Il rumore unico nel suo genere, quasi come un pianoforte che diffonde note di un notturno di Chopin.
Attenzione alla coppia e ai numeri di giri. E' un mille e soprattutto un bicilidrico, una marcia in piu' rispetto ai quattro cilindri giap nelle staccate. Il motore e' poderoso e spinge bene gia' dai bassi regimi fino ad arrivare a limitatore attorno ai 10500 dove prima la spia e poi il motore stesso avvertono inequivocabilmente la fine dei "giochi". La coppia e' poderosa e uscire dalle curve del circuito di Varano de' Melegari spalancando il gas, esalta la guida di ogni pilota. Questa Ducati rivela le sue doti migliori ovviamente in pista. Manegevolezza ai vertici, angoli di piega esasperati la rendono una gazzella tra curve strette e curve veloci. Sembra di viaggiare su dei binari.
La frenata e' potente e modulata. Non trasmette anomalie e si comporta costantemente in tutto l'arco della pinzata, trasmettendo sicurezza e precisione.
Un po' difficile trovare il pedalino posteriore del freno progettato molto vicino alla carena e alla coppa dell'olio, poco esposto. La frizione antisaltellamento (per le versioni S e R) risulta difficile nelle prime staccate ma imparando a "sentirla" si rivela un ottimo aiuto nelle staccate piu' estreme.
Ducati 999Entrare in pista con una 999, e' come dare in mano un giocattolo ad un bambino cresciuto, non si uscirebbe piu'. Sospensioni al top, impianto frenante di ottima qualita', telaio e motore decretano questa moto unica nel suo genere. Le gare di SBK lo confermano, gli appassionati anche. Un prezzo elevato anche per la 999 base, ma che sicuramente trova spiegazione nell'alta qualita' del prodotto. Nella versione my 05 la 999 base eredita' molte delle componentistiche della 999s my 04 aumentandone di fatto la qualita' del prodotto gia' ai vertici del settore moto sportive.
Un nuovo forcellone e capriata inferiore e meno prese d'aria nella parte frontale del cupolino. Sella rifatta nelle linee, motore piu' potente aggiungono prestigio alla
moto di Borgo Panigale.
E come sempre sara'...un successo!

testo e foto: Roberta Morè

ducati 999
Chiara Valentini (test-rider Ducati)

Motocicliste ® 2000