Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti
Altezza

SONO BASSA! Come faccio?

VivianaSono tante le ragazze che ci scrivono preoccupate per la scelta della loro moto. In effetti, l'altezza (o la non altezza ;-) è a volte un problema da superare per alcune. Ci sono moto sul mercato - specie negli ultimi anni - che vengono incontro alle esigenze delle più piccoline (e dei piu' piccolini), moto con una altezza della sella da terra piuttosto contenuta. Dunque - se siete bassine - meglio optare per una scelta oculata e preferire queste moto piuttosto che rincorrere il sogno di una impossibile enduro! Almeno per cominciare. Quando poi sarete diventate brave, allora l'esperienza supplirà - come avviene per molti piloti o motociclisti esperti - anche al problema dei centimetri.
C'è poi da credere che le case - man mano che l'utenza femminile (mediamente più bassa di quella maschile) aumenterà - si orienteranno alla produzione con una attenzione maggiore alle esigenze di una nicchia di mercato via via sempre più numericamente consistente: magari fornendo di serie sulle moto in produzione dei kit di abbassamento, come già fa da tempo ad esempio la BMW su alcuni suoi modelli.
Il problema dell'altezza può essere poi risolto apportando alcune modifiche alla propria moto: date le indicazioni a un buon meccanico e potrete guadagnare diversi centimentri utili.
Infine, una cosa davvero importante è lo spirito, la convinzione, la vostra passione. Leggete cosa raccontano Vittoria e Bia!

Mara

Per abbassare la moto: alcune modifiche che potrete apportare alla vostra moto con piccoli interventi da parte del vostro meccanicoIlaria

  • La sella è la prima cosa da sacrificare, sia facendo togliere un po' di spessore all'imbottitura interna che facendo stringere un po' il cavallo: in genere si guadagnano 4/5 cm. La sella diventa un poco più dura, ma vi darà fastidio solo se state su tante ore e chilometri.
  • Il secondo passo è sfilare le forcelle dalle piastre dello sterzo, bastano 2 cm, lo sterzo diventa un po' più duro, ma non modifica in maniera significativa la geometria.
  • Se non dovesse bastare, io sul CBR ho fatto sostituire le staffe del Prolink con due più corte, usate nelle Sport Production, oppure cambiare le molle dell'ammortizzatore posteriore e delle forcelle con molle progressive, ottime quelle della Hyper-Pro, si guadagnano un paio di cm.
    Raccomando di non esagerare con queste modifiche, il tutto deve essere seguito da un meccanico competente e soprattutto non tutte le moto le sopportano, come ho constatato con il Ninja, che non ha proprio gradito. Troppo perfetta per essere toccata, aveva problemi di stabilità. Invece sul Monster la sostituzione delle molle è stata ottima, era più assettato, sicuro e divertente.
  • Aiuta tanto anche montare dei semimanubri un po' più alti, alzando il busto avrete più gamba da sfruttare, può bastare anche solo far ruotare il manubrio verso l'alto, facendo attenzione a regolare il fermo dello sterzo in modo che il manubrio non vada a sbattere contro il serbatoio.
  • Se avete difficoltà a scendere, fatevi saldare o imbullonare sul cavalletto una staffa che vi permetta di tirarlo fuori stando in sella (ovviamente se come me non riuscite a tirarlo fuori perché non ci arrivate), con la moto già appoggiata sul cavalletto potrete scivolare giù senza rischiare di ribaltarvi.

    Vittoria

 

Motocicliste ® 2000