Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti

Moto: PIAGGIO CARNABY

CARNABY
IL NUOVO SCOOTER POP FIRMATO PIAGGIO

CARNABY - PIAGGIOIl 7 marzo il Gruppo Piaggio ha presentato a Roma la sua nuova creatura: lo scooter Carnaby. Per l’occasione l’Acquario Romano, che ha ospitato l’evento, è stato allestito con una scenografia dal sapore anni ‘70 per ricreare, con una fantasia floreale gialla e arancione, lo stile pop che anima anche la campagna pubblicitaria del mezzo.
Il nuovo scooter a ruote alte, prodotto nelle cilindrate 125 e 200, si inserisce tra due modelli Piaggio già consolidati sul mercato: il Carnaby, ha spiegato il Presidente Colaninno alla conferenza stampa, vuole racchiudere in sé le caratteristiche del leggero e maneggevole Liberty e quelle del performante Beverly.
Inoltre il nuovo scooter sembra essersi messo in concorrenza con affermati modelli stranieri, come ad esempio l’SH della Honda: per scoprirlo basta collegarsi ai forum dei siti dedicati ai motori, dove il popolo di internet si confronta quotidianamente e ha lanciato messaggi carichi di curiosità e interesse per il Carnaby, mettendolo a confronto con i mezzi già presenti sul mercato.


LINEA E FINITURE
Il nuovo mezzo è sagomato con linee dolci, armoniche e compatte: le forme disegnano uno stile senza eccessi di modernità, contenuto nelle dimensioni, morbido negli spigoli e brillante nei particolari. Infatti la cura dei dettagli, tanto decantata dallo staff Piaggio, è subito evidente: la sella è trapuntata con una tessuto bicolore ed è rastremata sui fianchi promettendo una comoda seduta; le manopole terminano con due bilancieri lucidi; i gruppi ottici dai tratti curvilinei donano un’aria moderna e aggraziata al mezzo.
L’accostamento delle plastiche è ricercato e spicca anche nell’accessorio “Easy Case” in tinta con il veicolo; inoltre il bauletto, da 38 litri di capienza, offre un particolare a servizio della funzionalità, definito dalla Casa “One-lock”: la serratura di apertura utilizza la stessa chiave di accensione.
Il Carnaby è prodotto in tre versioni metallizzate: una grigia, una nera e una azzurra, quest’ultima dedicata al pubblico femminile come ha espressamente dichiarato lo staff Piaggio; mentre l’ultima variante è di un giallo pastello... insomma lo stile pop colora più la campagna pubblicitaria che lo scooter stesso!

COMFORT E GUIDABILITA’
Il nuovo scooter accoglie il conducente e il passeggero in una posizione ergonomicamente corretta e rilassata grazie alla sella ben sagomata, le pedane piatte e il manubrio largo; il tutto è abbinato ad un perfetto dosaggio dei pesi, distribuiti in modo sapiente, caratterizzando così lo scooter di una stabilità ed un equilibrio che si sono fatti subito sentire, durante il test drive, nel traffico cittadino.
Tuttavia, dato che il Carnaby è pensato anche per il pubblico femminile, non possiamo non notare tre peccati! Il primo è la sella troppo alta (ben 79 cm da terra) per un’utenza medio-bassa, il secondo è un cavalletto centrale tutt’altro che agevole da inserire e il terzo sono gli interruttori sui manubri che risultano leggermente troppo distanti dalle manopole per chi ha le mani piccole.
L’inconveniente del cavalletto può essere in parte ovviato acquistando un cavalletto laterale, che la stessa Piaggio mette a disposizione come accessorio per facilitare il parcheggio dello scooter, mentre non viene fornita una sella regolabile.
Nonostante questo e il peso del Carnaby (146 kg a secco), bisogna ammettere che la guida risulta agevole e nel complesso si percepisce una sensazione di stabilità sia a basse velocità che in “piega”: il nuovo Piaggio entra bene in curva e la percorre correttamente. Merito innanzitutto delle sospensioni e poi dei pneumatici che si distinguono per la loro generosa dimensione, come è visibile già a colpo d’occhio.
L’ampiezza del vano sotto la sella permette di appoggiare un solo casco jet, ma in aggiunta si può acquistare la simpatica “Easy bag”, una tasca in tessuto impermeabile e antistrappo che mette a disposizione dello scooterista un spazio ulteriore: è in dotazione solo come accessorio, ma è funzionale perché si attacca dietro lo scudo ed è quindi a portata di mano.
Disponibili anche altri accessori: il telo coprigambe e il parabrezza per gli scooteristi di tutte le stagioni, un bloccadisco meccanico con allarme sonoro antifurto e poi ancora un antifurto elettronico con telecomando; infine il seggiolino per bambini dai 3 agli 8 anni e il cavalletto laterale e il bauletto di cui abbiamo già parlato.

TECNICA E PRESTAZIONI
Il nuovo scooter offre buone prestazioni: propulsori di ultima generazione caratterizzati dal rispetto delle recenti e severe normative anti inquinamento (euro 3); motore quattro tempi; quattro valvole; raffreddato a liquido; 15 e 21 cavalli rispettivamente per il 125 e il 200; ruote da 16 pollici; due freni a disco con pinze flottanti a doppio pistoncino.
Scatta bene al semaforo il 125, figuriamoci il 200! I freni hanno bisogno di un eccessivo sforzo alla leva, forse non troppo “easy”. Lo scooter è sempre pronto in ripresa senza mai lasciare spiacevoli sensazioni di esitazione quando si apre il gas, segno di un buon sistema di trasmissione, caratteristica questa che semplifica la guida e la rende meno affaticante.

SITO
www.piaggiocarnaby.com

PREZZO
Euro 3.050 per il 125 e 3.250 per il 200.

Alessandra Manieri

Motocicliste ® 2000