Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti

MOTO: HONDA CB 1300 e HORNET 600 (2003)

PRESENTAZIONE NOVITA' HONDA 2003

E' un piovoso mercoledì, sto aspettando Laura sotto casa mia e mi sento ansiosa: siamo state invitate alla presentazione stampa del restyling della Honda Hornet 600 e della nuova CB 1300! Wow!!! La prima moto è una regina delle vendite, la seconda un ritorno "all'antico".

E' un avvenimento sia per me che per Laura, che arriva puntuale come sempre, e ci avviamo verso Palazzo Albergati, una lussuosa dimora antica perduta nella campagna bolognese. Arriviamo e ci rendiamo conto di essere tra le poche donne presenti, sulla nostra targhetta la scritta Motocicliste.net: ci sentiamo subito molto fiere ed immeritate ambasciatrici delle 2000 colleghe iscritte al nostro sito.

Giusto il tempo di incontrare alcuni volti familiari, giornalisti che leggiamo abitualmente sulle riviste di settore, istruttori che hanno partecipato ad alcuni dei nostri raduni, ed inizia la presentazione.
Viene subito svelata la nuovissima CB 1300, in affascinante colorazione bianco rossa. Il primo impatto è quello di una bella motona, senza fronzoli. Cerco di guardare la moto dal punto di vista "emozionale", sono amante delle moto essenziali e ne rimango subito conquistata. Inizio già a sognare scorribande urbane e gite fuori città. Vista da vicino è una moto che dà un'impressione di potenza e maneggevolezza. Notiamo i particolari del codino, dell'ampio vano sotto sella, il bellissimo quadricilindrico. Ci sembra una moto con cui fare tutto, pur se non con un piglio marcatamente sportivo. Sembra particolarmente comoda anche per un turismo di medio raggio con passeggero, a giudicare dalla distanza delle pedane dalla sella. Laura, che predilige le supersportive carenate, la osserva con un occhio più distaccato; a me invece piace davvero questa muscle bike un po' retrò. Già mi ci vedo sopra, con quella colorazione bianco-rossa e un giubbottino vintage addosso! Mi vedo partire in impennata in piazza Maggiore, sfecciare davanti al Nettuno... poi mi risveglio dal sogno ;-) Tosta, una moto tutta sostanza, con cui fare viaggi ed allegre gite tra amici.

Arriva la vera regina della presentazione... il restyling, dopo 5 anni di trionfi commerciali, della nuova Hornet. Per introdurre una campionessa del mercato, Honda ha giustamente pensato di affiancargli un inimitale
fuoriclasse sulle piste: Valentino Rossi. La professionalità mia e di Laura vacilla per un attimo. Ma ci riprendiamo subito e lo osserviamo attentamente. Visto da pochi metri di distanza sprigiona simpatia e
spontaneità. Sembra ancora più snello vestito da ragazzo qualunque, jeans e t-shirt. Parla in inglese-tavulliese, ravvivando gli entusiasmi di tutti i giornalisti presenti, mettendo un po' in ombra la nuova Hornet.

Una volta sceso dal palco Valentino, i nostri occhi si posano nuovamente sulla vera regina della presentazione e diamo alla nuova Hornet tutte le attenzioni che merita. Iniziamo con una vista frontale, in cui spicca lo stupendo nuovo faro sdoppiato, ancorato alla moto tramite delle staffette satinate di pregevole realizzazione. La linea è complessivamente più tesa e spigolosa. Il serbatoio ricorda quello della Hornet 900, il raccordo tra serbatoio e sellino ci sembra impercettibilmente avanzato. Il codino più appuntito, con la chiave per apertura del vano sotto sella incorporata nel porta targa. Questa soluzione non piacerà molto agli amanti delle targhe poco visibili, ma le modifiche estetiche after market sapranno rimediare. Osserviamo il pariticolare dei fianchetti, della nuova strumentazione analogico digitale. Il modello che vediamo è bianco perlato metallizato, un colore che conferisce alla Hornet, insieme alla sua abituale sportività, anche una distaccata eleganza. Ci sembra uno squalo, pronto a cannibalizzare le altre medie della concorrenza. I materiali e le finiture sono perfetti, come sempre in casa Honda. Questo modello suscita in noi più passione del precedente, la linea è più marcata e personale. Siamo sicure che piacerà come, e forse più, della precedente!

Ci ricordiamo, a questo punto, della presenza di Valentino. Riconosciamo il fotografo di Motociclismo e gli chiediamo di farci fotografare con lui davanti alla nuova Hornet. Valentino è estremamente cortese, si presenta (come se noi non sapessimo chi è!!!), ci stringe la mano, ci prende sottobraccio e si fa fotografare. Alla fine ci ringrazia pure. Noi, in piena paresi facciale, blateriamo qualcosa. Cosi' veniamo immortalati, noi due motocicliste normali tra due campioni, Vale e la nuova Hornet.

Ora sulla mia professionale scrivania da direttore di banca, al posto della classica foto dei bambini, del moroso, o della famiglia, ci sarà quella di Valentino sotto braccio a due babbione! Piacerà ai clienti? Secondo me sììììì!

Vittoria

HONDA CB 1300

Motocicliste ® 2000