Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti
MOTO: DUCATI MONSTER S4


MONSTER S4: L’EVOLUZIONE DEL MITO

Il Monster, nato nel 1992, è stato il modello che ha reinventato la moto nuda, dandole nuove caratterizzazioni estetiche e funzionali.
Di forte personalità, non fa rimpiangere le sportive, con le quali sa confrontarsi in ragione della sua agilità, essenzialità e capacità di tradurre le generose prestazioni del bicilindrico Ducati a "L" di 90° in scatto bruciante ed in entusiasmanti capacità di ripresa.
Le sue doti grintose e "sincere", continuano a sedurre un pubblico ampio e variegato: da quello femminile a quello di chi ama le emozioni forti della guida sportiva estrema, ma con un’impostazione in sella meno "compressa". 
Quindi il Monster, proprio in virtù della sua personalità e del suo straordinario successo, nel 2001 spicca di nuovo il volo e, in un balzo, si lascia dietro i nuovi contendenti, gli avversari di ieri e di oggi, che gli avevano preso le misure sulla base dei suoi parametri originali.
Il balzo che il MONSTER S4 (questa è la denominazione della nuova versione) compie è di una valenza straordinaria in tutti gli aspetti prestazionali: potenza installata, qualità della ciclistica, sicurezza e raffinatezza esecutiva.
Il nuovo Monster S4 è un modello completamente nuovo che, dei già noti, condivide solamente l’elegante e fortissima personalità stilistica.
Il telaio è derivato da quello della serie ST, mentre il suo nuovo cuore non poteva essere altro che quello del plurititolato Desmoquattro di 916 cc.
Il Monster S4 non ammette discussioni: le sue prestazioni, le sue doti di guida da sportiva di razza purissima sono in grado si assicurare, anche all’appassionato più esigente, emozioni di enorme intensità e quel piacere di andare in moto che solo la perfetta simbiosi fra uomo e mezzo meccanico può generare.
Nello sviluppare il Monster S4, i tecnici Ducati hanno voluto sottolinearne, anche attraverso la nitidezza del lay-out di tutti i componenti, i contenuti tecnici, prestazionali e di razionalizzazione di un progetto che, sul piano stilistico, ha voluto rimanere fedele all’originale.
Al fine di giungere, nel modo più razionale ed accurato, alla definizione di ogni singolo dettaglio progettuale, si è fatto ricorso ad un avanzatissimo software Unigraphics per la modellizzazione computerizzata in 3D.
Il ricorso alle più avanzate tecnologie informatiche ha consentito di realizzare accuratissime verifiche strutturali e funzionali, già prima di giungere alla realizzazione del prototipo funzionale.
Il Monster del terzo millennio rimane, quindi, la moto "nuda" per eccellenza, guadagnando ulteriori meriti in termini di funzionalità e prestazioni.

Ecco in sintesi le caratteristiche del Monster S4:

  • Styling: fedele ripresa dei temi stilistici del progetto Monster S, accuratamente adattati alla nuova struttura del telaio ed all’architettura del propulsore e dei suoi accessori. Accurata armonizzazione delle tinteggiature degli elementi tecnico-meccanici e razionalizzazione della disposizione dei componenti accessori.
  • Dotazione: ruote a cinque razze di design analogo a quelle del 996, ricorso alla fibra di carbonio nella costruzione di parafanghi, fianchetti, copri-cinghia di distribuzione e immobilizer con trasponder inserito nella chiave.
  • Ergonomia: manubrio in due pezzi fissato direttamente alla testa delle forcelle.
  • Ciclistica: telaio ad alta rigidità torsionale derivato da quello della serie ST, forcella Showa a steli rovesciati da Ø 43 mm, forcellone posteriore in alluminio, ammortizzatore regolabile Sachs, assetto rialzato, interasse 1440mm, peso 193 kg.
  • Motore: Desmoquattro di 916cc con camma di scarico ribassata, con fasatura camme e scatola filtro maggiorata e con risuonatore ottimizzati per massima coppia, collettori di scarico con tubi da Ø 40 mm, nuova centralina 5.9 M alleggerita e batteria piombo-gel alleggerita.
  • Sicurezza: impianto frenante Brembo con dischi anteriori Ø 320mm x 5mm, pinze P4 30-34, pastiglie sinterizzate, pompa freno con tecnologia radiale, condotti liquido freni rivestiti in treccia di acciaio, stampella laterale con blocco a massima estensione e sensore anti avviamento-accensione motore.

Sulla Monster S4, vedi anche la scheda Intermot News

dall'ufficio stampa Ducati

Ducati

Monster S4

Motore

Tipo

L-Twin 90° Desmodromico, raffreddamento a liquido / Liquid Cooled

Cilindrata

916 cc

AlesaggioxCorsa

94 x 68

Rapporto di compressione

11.01

Cv

101 Cv/Hp (74 kW) @ 8750'

Coppia

9,3 kgm (92 Nm) @ 7000'

Alimentazione

Iniezione Elettronica Marelli Corpo Farfallato 50 mm / Marelli Electronic Injection, 50 mm throttle body

Scarico

2 Silenziatori Alluminio / 2 Aluminium silencers

Trasmissione

Tipo

6 marce con ingranaggi dritti / 6 speed with straight gears

Ratio

1a 37/15, 2a 30/17, 3a 28/20, 4a 26/22, 5a 24/23, 6a 23/24

Trasmissione primaria

Ingranaggi denti dritti / Straight cut gears; Ratio 1,84

Trasmissione secondaria

Catena / Chain; Pignone / Front sprocket 15; Corona / Rear sprocket 37

Frizione

Multidisco a secco / Dry multiplate

Veicolo

Telaio

Traliccio in tubi d'acciaio / Tubular steel trellis

Interasse

1440 mm

Inclinazione cannotto

24°

Sospensione anteriore Showa Upside Down steli 43mm completamente regolabile / 43mmShowa Upside Down forks fully adjustable
Escursione ruota anteriore

120 mm

Ruota anteriore

Lega leggera 5 razze / Five spoke light alloy 3,50x17

Pneumatico anteriore

120/70 Zr 17

Sospensione posteriore

Progressiva con monoammortizzatore Sachs completamente regolabile con serbatoio piggy back / Progressive linkage with Sachs fully adjustable monoshock with piggy back

Escursione ruota posteriore

144 mm

Ruota posteriore

Lega leggera 5 razze / Five spoke light alloy 5,50x17

Pneumatico posteriore

180/55 Zr 17

Freno anteriore

2 Dischi da 320 mm Pinza a 4 pistoncini / 2x320mm discs, 4-piston caliper

Freno posteriore

Disco da 245 mm Pinza a 2 pistoncini / 245 mm disc, 2-piston caliper
Capacità serbatoio benzina

16,5 lt

* Peso Ducati

193 kg

Altezza sella

803 mm

Strumentazione

Contachilometri, Contagiri, spie luci, abbaglianti, frecce, pressione olio, riserva carburante, temperatura acqua, immobilizer / Speedometer, Rev counter, warning light for low oil pressure, indicators for high beam, turn signals, water temperature, immobilizer

Accessori

Parafanghi, Fianchetti, Paracalore, Cartelle copricinghia / Carbon fiber front and rear mudguards, carbon fiber silencer cover, belt cover

Garanzia

2 anni chilometraggio illimitato / 2 years unlimited mileage

Colori serbatoio

Red, Yellow, Black, ???

Colori Telaio e Ruote

Racing Grey, ???

* *Ducati indica il peso della moto comprensivo di Batteria, Lubrificanti e Liquidi di raffreddamento per i modelli raffreddati a liquido
Motocicliste ® 2000