Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti
La prima moto

La prima moto Avanti, confessatelo… da un po' di tempo quella che era un'idea ora è una vera e propria fissazione, e finalmente avete deciso di rendere realtà il vostro sogno: comprare la prima moto!
Proveremo a darvi qualche consiglio.

Per cominciare, è bene scegliere un mezzo che non abbia la sella troppo alta: l'altezza ideale è quella che consente di mettere a terra entrambi i piedi almeno per metà. Il peso della moto non rappresenta un problema se non in due circostanze: in caso di caduta della moto o di parcheggio su strade in pendenza. Far fare marcia indietro a una Harley Davidson Road King su una strada che pende dal lato sbagliato può essere una esperienza traumatizzante. Meglio allora una moto che abbia un angolo di sterzo abbastanza ampio (escludiamo quindi a priori tutte le supersportive) e non superi i 180 chili, che sembrano tanti, ma si manovrano con relativa facilità.

La naturale tendenza è quella di cercare un mezzo usato. E' tuttavia un errore utilizzare un vecchio scassone per imparare. La ciclistica approssimativa, i freni inefficienti e le sospensioni ballerine finiscono con l'innescare una serie di timori e irrigidimenti che si trasformano invariabilmente in difetti di guida o in motivazioni per abbandonare la sfida. Meglio allora una motocicletta di recente costruzione, anche se usata, e in buone condizioni.

La prima moto Se si decide per l'acquisto di una moto nuova, poi, è meglio comprarla un poco "in crescenza". Se un modello è offerto in due versioni, poniamo 250 e 500 cc, meglio scegliere la seconda se la differenza di prezzo non è eccessiva. Questo perché in breve tempo i 250 centimetri cubi possono diventare troppo pochi e il passaggio a una moto più prestante rivelarsi ben più costoso rispetto all'acquisto iniziale di un mezzo più versatile.

Se non si hanno le idee chiare su quale tipo di impiego si vorrà fare della propria moto è bene preferire un mezzo non troppo specialistico (una moto da cross al Mugello non è proprio un pesce nell'acqua).

Passiamo ora ai modelli: leggendo questo articolo, ascoltando il consiglio del vostro vicino di casa e sfogliando i giornali, vi siete fatti più o meno un'idea di che moto sognate, ma vi ritrovate con una lista della spesa che include un'enduro, una naked e una supersportiva. Non vi preoccupate, non siete diventati pazzi, scegliere la prima moto è un fatto importante e non si fa certo in 5 minuti. Innanzi tutto dobbiamo capire cosa cerchiamo dalla moto: vogliamo avvicinarci subito alla pista? vogliamo farne solo un uso cittadino? vogliamo fare uscite fuori porta? vogliamo darci al fuoristrada? vorremmo fare un po' tutto? Nessun problema, si tratta solo di capire quale si adatta meglio all’utilizzo che se ne intende fare e soprattutto quale si adatta meglio a voi!
Dopo aver pensato bene a questo, fate il giro dei concessionari più vicini, salite sopra alle moto che vi piacciono e… provatele! Anche da ferme, intanto: i piedi toccano a terra? Provate a sentire la leggerezza della moto, spostando un poco la moto, poi provate la posizione delle leve (freno e frizione) e delle pedane. Chiedete infine al concessionario se è possibile provarla su strada (molti hanno infatti delle moto in prova da utilizzare proprio per questo).
Detto questo, anche il portafogli ha la sua importanza nella scelta.

Ecco qui alcuni modelli che consideriamo ottimi per cominciare, ovvero affidabili, con un buon rapporto qualità/prezzo e non troppo specialistici (sarà dopo, con la pratica che sceglierete con maggiore consapevolezza verso quale settore spingerci: enduro, custom, pista, viaggi, ecc.).

Motocicliste ® 2000