Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti

Moto: BMW R1200R

BMW R1200R
MAKE LIFE A RIDE

BMW R1200R

Impressioni a caldo
“La moto è bellissima, va molto bene, è divertente, confort di guida ottimo come spesso le BMW, il manubrio largo, si porta bene, sembra di guidare una bicicletta tanto è facile, anche se in realtà i cavalli ci sono e ci si diverte molto. Stabilità ottima. Con le diverse modalità di guida (user, road, dynamic e rain) ho potuto scegliere il mio stile di guida preferito in base al tipo di strada, utilizzo, tempo o voglia”.

“E’ splendida, le cose più belle per me: accelerazione e comodità, spettacolari! Morbida, maneggevole, la posizione di guida e il confort ti consentono di fare tanti km senza stancarti”

Considerazioni
Chiunque scendeva da questa moto diceva cose così. Sarebbe quasi normale se si fosse trattato di un gruppo omogeneo di persone (tester, giornalisti, piloti…). Invece la cosa sorprendente è stata ascoltare pareri molto simili da persone completamente diverse: uomini e donne, motociclisti/e di lungo corso o con poca esperienza, chi proveniente da moto sportive, chi da turistiche, chi naked… Come se, a prescindere dal tipo di moto da cui scendevano, salendo sulla R1200R trovassero, rispetto alla propria moto (dal Cbr 1100xx al Monster alla Tux250…) e abitudine di guida (sportiva, turistica, urban…), una impressione simile di grande confort, maneggevolezza, stabilità accompagnate da una splendida sensazione di potenza ed emozione.
Sorprendente davvero vedere come diverse ragazze, ad un primo sguardo convinte si trattasse di una moto troppo grossa, impegnativa, pesante ecc. per il proprio stile di guida, superata invece questa resistenza psicologica iniziale, si trovassero benissimo, senza alcuna soggezione, incertezza o problema, a guidare una moto decisamente più grande della loro, facendo molta meno fatica, timore e, anzi, con maggiore sicurezza e piacere di guida.


R1200R: feel good

VIDEO 1
VIDEO 2

 

Motocicliste ® 2000