Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti

Moto: DERBI RAMBLA

DERBI RAMBLA
DERBI RAMBLA: CALORE SPAGNOLO NEL NOME E NELLO SPIRITO

DERBI RAMBLAContro ogni previsione metereologica che prometteva pioggia, il 6 e 7 marzo abbiamo scorrazzato con la nuova creatura Derbi per las ramblas di Barcellona sotto un sole timido che illuminava le architetture mosaicate di Gaudì, riempiendole di giochi d’ombre e luccichii, mentre una folla colorata animava le strade dell’allegra città catalana.
La celebre casa spagnola ha scelto non a caso questa città per il lancio del suo nuovo prodotto e, ancora non a caso, ha battezzato il nuovo scooter: “Rambla”. Il mitico marchio iberico, che ha una lunga storia iniziata nel lontano 1922, ha da sempre rappresentato lo spirito dinamico ispanico, caldo ed energico, producendo moto e scooter di stampo sportivo: anche l’ultima creazione non si discosta dall’innovazione tecnologica e dal carattere racing tipico di Derbi, ma punta ad una nuova conquista, quella dell’asfalto urbano. E Barcellona calzava a pennello per esprimere lo stile moderno e dinamico del nuovo scooter: la città catalana, crocevia internazionale di culture, centro di design e creatività, con i suoi bei viali brulicanti di vita, incarna lo spirito contemporaneo di sportività urbana. “La Rambla”, l’avenue rappresentativa barcellonese, cuore e il simbolo per i suoi cittadini e per i turisti, era poi il concetto-chiave perfetto per etichettare il nuovo mezzo.
DERBI RAMBLALa scelta di Barcellona, inoltre, si è rivelata ideale dato che la città catalana risulta dalle statistiche la seconda dopo la capitale italiana per quantità di mezzi circolanti a due ruote. Perciò quale altro palcoscenico migliore, per ambientare il test ride del Rambla, se non las ramblas barcellonesi, affollate di scooter?
L’animo catalano che si respira in giro per las ramblas non è mancato neanche in conferenza stampa: i giornalisti radunati in cima ad una meravigliosa terrazza nel centro della città, erano allietati dagli “artisti di strada” barcellonesi che con addosso gli abiti tipici, intrattenevano con il loro estro di attori, cantanti, pittori. Era anche presente un ospite d’onore, il celebre designer catalano Konrad Muhr, rappresentante della creatività moderna.

Il nuovo scooter Rambla farà la sua apparizione presso i concessionari italiani a partire da marzo e il nuovo prodotto è proposto nelle due versioni 125 e 250.

DERBI RAMBLAErgonomia corretta e design tra raffinatezza e aggressività.
Il nuovo scooter conserva le sembianze sportive tipiche dei prodotti di casa Derbi con il gruppo ottico anteriore dalle linee aggressive e il codino che prende la fuga verso l’alto, tuttavia il cupolino nero fumè, la sella delicatamente trapuntata con le cuciture rosse, danno un tocco di eleganza all’insieme. Le ruote alte slanciano il mezzo dichiarando subito la sua vocazione urbana, mentre il marchio rosso fuoco “Rambla” sui lati allude ammiccante alle prestazioni sportive...
Il cruscotto, per metà analogico e per metà digitale, è delineato in forme compatte e moderne ed invita ad una lettura rapida e funzionale.
DERBI RAMBLA Una volta saliti in sella ci si trova subito a proprio agio: entrambi i piedi toccano a terra! La sella bassa, solo 775 mm è decisamente un punto a favore per casa Derbi. Anche togliere il motorino dal cavalletto centrale non richiede troppo sforzo e questo è una caratteristica fondamentale per l’uso in città che costringe spesso alle soste; fare la manovra al contrario, invece, richiede un po’ più di energia, ma non è troppo problematica se il mezzo è parcheggiato in piano.
Il Rambla accoglie comodamente il proprio passeggero, che assume una posizione ergonomicamente corretta, con una giusta angolazione di braccia e gambe; la sella è foderata con un bel tessuto antiscivolo, ma si presenta leggermente dura, soprattutto per chi ha l’esigenza o il vizio di sedersi sulla punta. Guardando infine dagli specchietti retrovisori, si può apprezzare una visuale perfetta!
Non manca poi lo spazio sottosella per riporre il casco jet, un piccolo vano sotto-chiave per riporre gli oggetti dietro lo scudo, la presa a 12 volt per ricaricare il cellulare, il classico gancio per la borsa della palestra o la busta della spesa. Sono invece proposti come accessori opzionali il parabrezza e il bauletto, per il quale è già predisposto il portapacchi con maniglioni laterali a cui si può agganciare il passeggero.
Comodissime e sfiziose sono le bocchette d’aria calda dietro lo scudo.

DERBI RAMBLATecnica: grinta, stabilità e maneggevolezza.
Il nuovo scooter Derbi ha adottato il Motore Leader Piaggio, già precedentemente sperimentato con successo su altri mezzi, tra cui l’Aprilia Sportcity di cui il Rambla eredita sembianze e caratteristiche tecniche. Il Motore Leader si è rivelato brillante grazie ad una buona combustione che assicura ottime prestazioni, consumi ed emissioni più basse, rientrando anche nelle normativa Euro 3.
Non appena messo in moto e percorsi i primi metri, il nuovo Derbi Rambla comunica una buona impressione: è leggero e davvero maneggevole, è silenzioso e la manopola del gas, morbidissima, non richiede nessuno sforzo per accelerare. Unico appunto sono le vibrazioni, che però scompaiono subito non appena preso il via. E al semaforo? Scatta con grinta soprattutto il 250 che offre prestazioni più brillanti e generose.
La versione 250i ha un motore monocilindrico a 4 tempi e 4 valvole, eroga una potenza di 16,5 KW a 8.000 giri, e ciò consente un’erogazione molto lineare e senza “buchi” della potenza, che è sempre pronta e gestibile ad ogni richiesta della manopola del gas. E’ dotato di iniezione elettronica, che contribuisce ad una migliore miscelazione del carburante, mentre il modello Rambla 125cc è alimentato a carburatore, il che permette una facile manutenzione.
Il piccolo di casa Derbi ha un motore monocilindrico a 4 tempi e 4 valvole, che eroga una potenza di tutto rispetto pari a 11 KW a 9.500 giri, che conferisce una buona distribuzione dei cavalli pur denunciando qualche lieve calo di erogazione ai bassi regimi.
DERBI RAMBLAIl nuovo scooter non solo offre buone prestazioni, ma anche un impianto frenante davvero efficace, potente e ben modulato, grazie ai dischi di 260 mm all’anteriore e di 220 mm al posteriore, nonché un doppio disco anteriore nella versione 250, che è la caratteristica tecnica principale che permette di distinguere i due modelli a colpo d’occhio.
La ciclistica del Rambla non si discosta dalla tradizione della casa spagnola: telaio resistente che assicura la stabilità e sospensioni rigide con caratteristiche sportiveggianti e sembianze motociclistiche. Il telaio tubolare in acciaio è robusto e la sospensione anteriore monta una forcella idraulica da 35 mm, mentre il posteriore lavora con un doppio ammortizzatore idraulico. Il risultato diventa un pò problematico sul pavé e l’asfalto disconnesso della città (anche se le strade di Barcellona sono ottime, ma lo stesso non si può dire di quelle italiane!) perché lo scooter assorbe a fatica le vibrazioni trasmesse e la schiena ne risente. Sul misto veloce però, queste stesse caratteristiche lo rendono particolarmente adatto ad una guida divertente e sicura.
Infine arriviamo alla caratteristica principale del nuovo Rambla: le ruote. Le ruote, per la prima volta nella gamma degli scooter Derbi, sono alte (15’’) e gli pneumatici di generosa dimensione (Anteriore 120/70; Posteriore 130/80) sono molto belli da vedere e stabili nella guida, anche se tolgono un po’ di maneggevolezza al mezzo.

Il Rambla è realizzato in due colorazioni per ogni modello, il 125cc è bianco o nero, mentre il 250i è disponibile nero o blu. Il prezzo è onesto, soprattutto se rapportato alla qualità offerta dal mezzo: 2.850 Euro per la versione 125 cc e 3.590 per il 250i.

Alessandra Manieri

Ufficio stampa Derbi

DERBI RAMBLANasce il Nuovo Derbi Rambla 125/250i. Derbi fa ritorno alla città. Tutto il vigore sportivo che contraddistingue la mitica marca spagnola e una tecnologia affidabile delineano la missione di Derbi Rambla: piena conquista dell’asfalto urbano. Derbi Rambla rappresenta uno stile moderno e contemporaneo unito alla dinamicità tipica della casa sportiva nata a Barcellona nel 1922. Ogni persona fa propri luoghi e angoli segreti della sua città: posti dove rifugiarsi o da condividere con una persona speciale, dove sentirsi libero. Trovare questi posti e goderne a fondo permette di sperimentare momenti di autentica “seduzione urbana”. Per viverli intensamente, Derbi propone una combinazione di dinamismo, innovazione tecnologica, carattere sportivo e affidabilità: il nuovo scooter Derbi Rambla. Con caratteristiche tecniche pensate per un pubblico giovane e dinamico, Derbi Rambla, nelle sue versioni 125 e 250i, è la risposta perfetta alla combinazione fra divertimento e praticità. Derbi Rambla è una autentica sintesi di estetica e tecnica. Il lavoro congiunto di ingegneri e designer ha consentito di creare un veicolo che unisce elevati livelli tecnici a un design sofisticato e a una grande robustezza e sicurezza nell’utilizzo. Unione esemplare dello spirito sportivo di Derbi e della competenza tecnica del motore Piaggio. Molte le caratteristiche che rendono Derbi Rambla agile, sicuro e divertente: il robusto telaio tubolare in acciaio ad alta resistenza garantisce la massima stabilità; le ruote di grande diametro (15”) in alluminio e gli pneumatici larghi gli conferiscono un’immagine sportiva e molto attuale. Il tutto si traduce in maggiori prestazioni e in una guida comoda, facile e più sicura nel traffico. Derbi Rambla è lo scooter ideale per un utilizzo urbano e quotidiano, per fughe di puro piacere ma anche per lunghi tragitti fuoriporta.
Molti gli aspetti funzionali che fanno di Derbi Rambla un veicolo per tutti. La sella bassa (775mm) ed ergonomica è comoda sia per il pilota sia per il passeggero: realizzata in materiale antiscivolo e disegnata con una forma più stretta nella parte anteriore per garantire la stabilità in frenata e nelle soste al semaforo. Le cuciture in rosso la rendono inoltre decisamente accattivante. La vista anteriore è caratterizzata da prese d’aria in puro stile sportivo e da un doppio gruppo ottico perfettamente integrato nelle linee filanti dello scooter. Il cupolino fumè completa e definisce lo stile dell’anteriore di Derbi Rambla provvedendo anche a ottimizzare il flusso d’aria migliorando l’aerodinamica. La grande capacità di carico è data da un ampio scomparto sotto la sella, che può contenere un casco jet, da un vano portaoggetti frontale e da un gancio portaborse posizionato sul retroscudo. Il cruscotto analogico-digitale LCD conferisce a Derbi Rambla un’immagine ancora più sportiva e moderna. Le bocchette d’aria calda, situate dietro lo scudo frontale, e la presa 12V, ideale per ricaricare il cellulare, sono altri particolari che ne facilitano l’utilizzo quotidiano. Gli accessori opzionali del nuovo Derbi Rambla rendono questo scooter ancora più fruibile e comodo: il bauletto portaoggetti è applicabile al portapacchi di serie dotato di maniglioni laterali per il passeggero, e contribuisce ad aumentare la capacità di carico. Il parabrezza, studiato per una protezione ergonomica del pilota, permette un utilizzo dello scooter anche nei mesi invernali.

DERBI RAMBLADue modelli per tutti i gusti e le necessità
Pensato per un pubblico giovane e metropolitano, Derbi Rambla è audace come la varietà di stili che affollano le nostre strade; è agile ed effervescente come la “movida” moderna ma anche pratico, comodo e sicuro: perfetto per vincere le sfide di ogni giorno nel traffico.
La versatilità del Derbi Rambla nasce proprio all'interno del suo cuore meccanico. Questo nuovo modello è proposto in due diverse cilindrate, 125cc e 250cc ad iniezione, per soddisfare tutte le necessità di commuting urbano.
Il nuovo Derbi Rambla si contraddistingue per la sua facilità di guida e sopratutto per un comportamento preciso ed efficiente. L’impianto frenante è composto da dischi freno dalle generose dimensioni: di 260 mm all’anteriore, con doppio disco nella versione da 250i, e di 220 mm sulla ruote posteriore. L’elevato grado di sicurezza è garantito anche dalle ruote di grande diametro (15”) e dalle sospensioni. Sia la versione 125cc sia la 250cc a iniezione montano all’anteriore un forcella idraulica da 35 mm, mentre al posteriore lavora un doppio ammortizzatore idraulico.
Il modello Derbi Rambla 125 cc è dotato di un motore monocilindrico a 4 tempi e 4 valvole Euro3 raffreddato a liquido, che eroga una potenza di 11 kW (15 CV). È rivolto ad una tipologia di utenti giovani ed è particolarmente idoneo alla mobilità in contesto cittadino.
Il Derbi Rambla 250i, invece, si rivolge principalmente a un pubblico più adulto. Con il suo motore monocilindrico a 4 tempi e 4 valvole Euro3, di 244cc di cilindrata, dotato di iniezione elettronica e con una potenza di 16,5 kW (22,5 CV) con efficienza modificata per ridurne i consumi e le emissioni, offre una maggiore autonomia e si configura come un veicolo perfettamente idoneo per gli spostamenti anche oltre i limiti urbani.
Due le colorazioni disponibili per entrambe le versioni: bianco e nero per Rambla 125, nero e blu per il 250i. Il nuovo Rambla 125/250i verrà distribuito presso tutta la rete di concessionari Derbi a partire dal mese di marzo 2008.

Leggi qui le Schede Tecniche

 
Motocicliste ® 2000