Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti

Moto: APRILIA TUONO 1000 R

APRILIA TUONO 1000R
Presentata a Venezia la nuova Aprilia Tuono 1000R

APRILIA – TUONO – 1000
ovvero
STILE – TECNOLOGIA – NUMERI

STILE
APRILIA TUONO 1000RLo stile è quello italiano, un patrimonio che viene da una tradizione di gusto, mestiere, marchi, campioni, bellezza.
In una moto così c’è dentro il genio di ingegneri e designer, come Fioravanzo e Ricciuti, che sono lì a Noale e scrivono nei forum come te e puoi parlarci nella tua lingua, che leggono i tuoi post per conoscere da vicino le tue esigenze. C’è dentro la sapienza di collaudatori come Pellizzon, che concentrano anni di competizioni sportive in tanti dettagli, da trasmettere sui nuovi prodotti. In una moto così ci trovi l’esperienza di un campione del mondo come Mario Lega, invitato a provarla per darti le sue sensazioni di guida, come fosse un amico incontrato al passo della Cisa una domenica. In questa moto c’è dentro il lavoro di tanti operai, di fabbriche che lavorano qui nel nostro territorio, che non chiudono e non si trasferiscono lontano, il lavoro di persone che conoscono questo mestiere da tempo, e lo fanno con cura, passione, orgoglio.
Una moto così merita la cornice di splendidi paesaggi dove andare a provarla, le curve intorno a Castelbrando, le colline di Valdobbiadene, la capitale italiana del Prosecco, o la bellezza dirompente di una Venezia scelta per presentare la nuova Aprilia Tuono 1000R.
Mario Lega - APRILIA TUONO 1000R Un concentrato di cose, posti, esperienze, unici al mondo. E’ questo che meglio di tutto possiamo chiamare Made in Italy, qualcosa di cui tante volte dimentichiamo il reale valore, unico, lasciandoci convincere che quello che viene da fuori sia invece sempre migliore.
E’ così che penso mentre Mario Lega mi racconta dell’anno della sua vittoria al Mondiale 250, di quel momento di timore, quando Ceccotto lo guardò forte e gli disse: “recuerda, los otros no son mas fenomeno que nosotros”. E mentre quelle parole mi risuonano ancora in mente il giorno dopo, iniezione di fiducia preziosa, Colaninno, presidente del gruppo Piaggio, in conferenza stampa esordisce parlando di orgoglio italiano con il quale si può competere e vincere anche contro i grandi colossi stranieri: “Noi - riferendosi all'insieme del gruppo Piaggio - non siamo inferiori agli altri. Oggi i nostri concorrenti ci guardano con rispetto”.
Samuela De Nardi - APRILIA TUONO 1000R Los otros non sono mas fenomeno que nos otros…
Stile. Che non è solo questione estetica. E’ il saper fare, il saper essere. Di tanti uomini e donne, in Aprilia, in Italia. Stile che oggi per Aprilia si coniuga tra l’altro con l’immagine di Samuela De Nardi, chiamata come pilota ufficiale a presentare la nuova Tuono: campionessa europea femminile 2005 e idolo ormai in Giappone dopo la sua bella gara alla 8 ore di Suzuka. Quel Giappone che di moto sa molto, ma con cui le case italiane possono competere portando la forza del proprio stile. E non solo di stile.

TECNOLOGIA
La nuova Aprilia Tuono 1000R è una street fighter ovvero una supersportiva nuda. Come per la precedente versione, la base di partenza è quella della RSV 1000 R e cioè: motore V60 Magnesium, ultima evoluzione del bicilindrico Rotax, che in questa versione eroga 133 cv a 9.500 giri (+ 8 cv rispetto alla precedente) con una coppia di 10,4 kgm a 8750 giri. La APRILIA TUONO 1000Rnuova Tuono 1000R diventa così tra le naked bicilindriche più potenti. Omologata Euro 3, frizione antisaltellamento PPC, doppio contralbero antivibrazioni, presa d’aria dinamica sotto al cupolino, telaio, forcellone e forcella della RSV, ammortizzatore con i registri di precarico molla e idraulica in estensione, freni con impianto a pinze radiali Brembo, cerchi blu a razze sdoppiate, cruscotto digitale con cronometro: queste le principali caratteristiche tecniche della nuova Tuono 1000R. Contenute le dimensioni: 1410 mm di interasse, 25° di inclinazione cannotto, sella a 810 mm, peso a secco (senza batteria) di 185 kg.
APRILIA TUONO 1000R Com’è guidarla? All’idea di 133 cv e tanta, tantissima coppia, il timore è quello di avere qualche difficoltà. Invece il motore si presenta con una erogazione molto più morbida e rotonda, che non strappa, ma ti fa sentire la sua forza sempre, ad ogni uscita di curva, in qualunque marcia tu l’abbia presa. C’è sempre. Forte e dolce al tempo stesso. Soprattutto la potenza del motore si sposa meravigliosamente con una ciclistica perfetta che dà grande agilità e maneggevolezza. La posizione di guida è molto buona anche per una taglia piccola, 1,70 cm (solo le leve vanno regolate se non hai mani grandi), e ottima anche l’aerodinamicità grazie ai due deflettori ai lati del telaio, che proteggono bene dal vento così come il cupolino (ce n’è una versione bassa e una più alta). Insomma, che sia un misto stretto di montagna, un asfalto più veloce intorno al lago o curvoni autostradali… c’è di che godersela davvero questa bellissima nuda italiana, tra le più divertenti e potenti che possiate mai guidare.
Entro fine ottobre sul mercato al prezzo di 11.790 euro.

NUMERI
I numeri Aprilia, dopo l’acquisizione da parte del gruppo Piaggio a inizio anno, parlano di risanamento: crescita dei volumi tra settembre 2005 e settembre 2004 del 17%, equilibrio a fine anno dei flussi in entrata e in uscita, 110.000 veicoli Aprilia prodotti, tra scooter e moto, entro il 2005. Un investimento di 100 milioni di euro nei prossimi tre anni.
Una novità importante anche la garanzia di 4 anni sui propri prodotti, che parte già ora sulla Tuono 1000R.
E per il futuro? Aprilia intende coprire tutta la gamma moto, dai 50 ai 1000 centimetri cubici, dalle sportive, alle naked, all’offroad, segmento in cui farà il proprio ingresso il prossimo 9 novembre con il lancio delle Sxv e Rxv 450 e 500 cc.
APRILIA TUONO 1000RTra il 2006 e il 2008 infatti la casa di Noale produrrà 12 nuovi modelli di moto e 6 di scooter. Inoltre si appresta a diventare indipendente nelle motorizzazioni. Nuovi motori: bicilindrici da 750 a 1200 cc. e una famiglia completamente nuova di pluricilindrici da 1000 cc. “Se vogliamo essere autonomi - ha detto Sabelli, l’amministratore delegato del gruppo - non possiamo comprare motori dai nostri concorrenti”.
Quanto al mondo delle corse, Aprilia sta lavorando per un team di leadership nella 250 e vuole rientrare nella Superbike (nel 2008 con un pluricilindrico), mentre nel fuoristrada si affaccerà nel 2006.
Un bellissimo progetto poi tutto dedicato ai giovani, in collaborazione con la FMI, per selezionare 30-36 promesse tra i 13 e 16 anni: un campionato monomarca 125 nel 2006, al
termine del quale il miglior pilota acquisirà il diritto a correre nel 2007 con il team ufficiale Aprilia nel campionato italiano 2007.

Presente e futuro. Aprilia ha preso una strada importante, fatta di stile, tecnologia, numeri.
Ovvero il meglio che una moto e un marchio possono trasmettere.

PF - ottobre 2005

 

Samuela De Nardi: APRILIA TUONO 1000RSamuela De Nardi, pilota Aprilia e campionessa europea femminile:

"E' una moto a cui sono particolarmente legata perché mi ha permesso, lo scorso anno, un esordio splendido al Campionato Italiano Motocicliste. Ancora lo scorso anno e sempre con la Tuono, ho affrontato una gara dell'Endurance, a Rijeka. Il modello 2006 è ancor più performante, maneggevole e potente, il manubrio alto facilita la guida. In alcuni contesti permette prestazioni quasi a livello di RSV 1000 di cui è diretta derivata e con la quale ho vinto quest'anno il Campionato Femminile Europeo".


Motocicliste ® 2000