Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti

Moto: VECTRIX - LO SCOOTER ELETTRICO

VECTRIX: IL MAXI-SCOOTER DALL'ANIMA ELETTRICA

CARATTERISTICHE TECNICHE
VECTRIX - LO SCOOTER ELETTRICOIl primo maxi-scooter elettrico è in commercio: quelli che hanno a cuore il vivere ecologico e vogliono fare un pieno con solo 50 centesimi di euro possono recarsi tutti i giorni presso i nuovi store Vectrix per vedere da vicino e testare il nuovo prodotto.
Ebbene sì, scordatevi marmitte, bolli per i fumi e nervi per il caro prezzo della benzina: il nuovo scooter ha un’anima elettrica che gli permette un’autonomia fino a 110 km e un caricatore a bordo da 1,5 kW collegabile ad una comune presa di corrente per fare il pieno: è meglio se si ha un garage dove parcheggiare il mezzo e poterlo rifornire, visto che il tempo di ricarica è di 2 ore. Altrimenti sono a disposizione nelle città italiane delle colonnine dove attaccarsi per i rifornimenti, anche se non sono numerosissime nel nostro paese; sul sito della Vectrix sono dettagliatamente segnalate affinché gli utenti possano preventivamente progettare i loro spostamenti.

Non appena messo in moto, il maxi-scooter colpisce subito per il rumore che emette, praticamente quasi nullo: si ha l’impressione di sedersi su un tram o su qualche mezzo futuristico.
Poi subito la seconda sorpresa: girando da fermi la manopola del gas nel verso opposto, il mezzo fa retromarcia! Diventa facilissimo perciò fare le manovre e parcheggiare, anche nei sali-scendi delle metropoli. Non solo, ripetendo lo stesso gesto quando si sta in movimento, si innesca un sistema di decelerazione a recupero energetico, quindi in mezzo al traffico non è necessario attaccarsi sempre ai freni: si tratta di un brevetto innovativo, firmato Vectrix.
Il nuovo scooter è progettato per la stancante viabilità urbana: la partenza al semaforo è dolce e anche in marcia l’erogazione è fluida e piacevole.
Più incisiva è la frenata, potente e modulabile, la cui componentistica è tutta italiana, con i freni Brembo, i pneumatici Pirelli e la forcella Marzocchi, mentre le sospensioni rimangono troppo rigide sull’asfalto malconcio e il pavè che le città ci offrono.

VECTRIX - LO SCOOTER ELETTRICODIMENSIONI, DESIGN E ACCESSORI
Il nuovo mezzo ha dimensioni ingombranti ed una massa di ben 210 kg: però le scooteriste più piccoline non devono allarmarsi, perché è anche molto maneggevole, grazie ad un baricentro basso e al posizionamento della batteria (che accumula 90 kg di peso) alla base dell’avantreno. Per la posizione di guida si ha l’impressione di cavalcare una custom, anche se la forma troppo larga della sella permette con difficoltà di toccare a terra: i tecnici Vectrix, però, parlano già della messa a punto di un nuovo sellino più rastremato. Lo scooter staziona con il cavalletto laterale: punto a suo favore, perché troppo spesso i cavalletti centrali sono antipatici da inserire.
Il design del mezzo, made in USA, è molto semplice, ma delinea forme moderne. Il retrotreno è ampio, accogliendo un vano sottosella spazioso che ospita anche un casco integrale: se non bastasse, sono predisposti ovviamente gli attacchi per un bauletto e anche nel retro scudo c’è un piccolo porta oggetti, scelta molto funzionale soprattutto per riporre cellulare e chiavi.
L’accessorio più sfizioso, da abbinare al Vectrix e da accompagnare al telo coprigambe, sono le muffole scalda mani per le più freddolose, con l’interno imbottito e l’esterno impermeabile.

MANUTENZIONE E COSTI
VECTRIX - LO SCOOTER ELETTRICOLa Vectrix rassicura gli utenti che le batterie al Nichel Idruri Metallici hanno un ciclo di vita stimato di 10 anni (basato su una percorrenza annua di 8.000 km); se a questo si aggiungono gli incentivi statali e comunali, l’esenzione del bollo, una componentistica per lo più saldata che non richiede manutenzione e l’assenza di filtri e olii da cambiare, ne consegue che i costi di gestione sono effettivamente ridotti rispetto ad uno scooter a benzina.
Non ci dimentichiamo poi che il Vectrix, per le sue caratteristiche di rispetto ambientale, può accedere alle zone del centro della città normalmente vietate ad altri veicoli.
Per quanto riguarda l’acquisto, particolare è la formula “Plug & GO” che comprende anche tutti i costi di gestione per i 4 anni successivi: con 6.299 euro si hanno chiavi in mano e poi bisogna aggiungere 149 euro mensili per 48 mesi. Questa formula all-inclusive è nata per andare incontro alle difficoltà e ai dubbi che il nuovo prodotto può suscitare negli utenti.

Buone notizie per chi vuole acquistare il nuovo scooter non inquinante e rottamare il proprio due ruote a benzina: infatti il Ministero dell’Ambiente ha stanziato 15 milioni di Euro per promuovere i mezzi a basso o zero impatto ambientale. Perciò tutti i cittadini che decidono di demolire il loro vecchio ciclomotore per acquistare il MAXI-Scooter Elettrico Vectrix hanno diritto ad un contributo di 1.000 euro sul prezzo d’acquisto, basta solo prendere al volo questa occasione fino ad esaurimento degli incentivi messi a disposizione.

Per saperne di più visita il sito Vectrix

Alessandra Manieri

GALLERY
VECTRIX
1
VECTRIX
2
VECTRIX
3
VECTRIX
4
VECTRIX
5
VECTRIX
6
VECTRIX
7
VECTRIX
8
VECTRIX
9
VECTRIX
10
VECTRIX
11
 
11 immagini
Motocicliste ® 2000