Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

MOTOCICLISTE
Elena & BMW F 650 - Trieste

Non so da dove cominciare, avrei tante cose da raccontarvi, tante esperienze, tante emozioni, tante paure e gioie provate cavalcando una due ruote che, ripeto, non so da dove iniziare. Comunque ci provo.

Sono ELENA, 26 anni, da sempre affascinata dal "cavallo di ferro", come lo chiama mio marito. Ho cominciato ad "angosciare" i miei genitori per comprarmi il motorino a 14 anni (forse anche prima!), ma niente da fare, i miei "giustamente" irremovibili mi ripetevano sempre: "se vai bene a scuola ci penseremo", ma i risultati non arrivavano - non sono stata mai molto brava - così passò un po' di tempo e io - ormai 16enne, sempre con 'sto chiodo fisso delle 2 ruote - torno all'attacco, e loro: "prima la patente A poi se ne riparla!".

Detto fatto, nel giro di pochi mesi prendo la patente e dopo un po' arriva "il premio": una vespa T5 rossa di seconda mano.

Meraviglioso, finalmente ero libera di andare, venire, portare amici dietro, insomma essere indipendente! Purtroppo non durò a lungo, un giorno una signora in macchina pensa bene di fare una conversione a "U" su doppia linea continua, e non contenta "mi mira" con tanta precisione e io "la centro" talmente bene, che con vespa+ginocchia le arrivo sulla portiera. Risultato: un menisco rotto e qualche graffio! Da quel giorno DIVIETO ASSOLUTO DI GUIDARE QUALSIASI MEZZO A 2 RUOTE.

Nel frattempo, frequento "colui che un giorno diventerà mio marito", anche lui appassionato delle 2 ruote, anzi già in possesso di una moto!

Infatti, la prima moto sulla quale sono salita in vita mia è stata la sua YAMAHA XT 600Z TENERE', che emozione, finalmente una moto vera con qui viaggiare: con lei siamo andati un po' ovunque: gite al mare, in montagna, motoraduni e… Budapest, il mio primo viaggio lontano con una moto, bellissimo, pieno di "vibrazioni" ma bellissimo comunque!

Passa il tempo e cediamo il Tenerè a suo fratello, per prendere una GUZZI 750 SP che però non fa per noi - troppo pesante e grande - siamo tutti e due dei "tappetti", meno di un metro e 70 -, cosi' comperiamo la SUZUKI 550 EF, la moto che io sempre rimpiangerò in quanto riuscivo a toccare per terra con tutti e due i piedi e, cosa "superfica", aveva un display che ti segnava in che marcia eri! Sì, perché non ve l'ho ancora detto io ho un problema con le marce: non mi accontento della quinta, spesso cerco anche la sesta, la settima...

Il tempo passa e questa SUZUKI ci porta un po' ovunque in giro, anche a Praga, passando per dei paesini meravigliosi dell'Austria e Cecoslovacchia - ve lo consiglio come viaggio, sembra di essere capitati dentro ad un quadro naif. Poi arriva il momento di cambiare moto: comperiamo una SUZUKI 1100 GSX.F il "vero missile", bella, fiammante, veloce. Con lei, oltre ai soliti giretti al mare e montagna, un giorno "colui che un giorno diventerà mio marito" mi dice "si va a vedere il GP di formula 1 a Barcellona nel week-end". "Bene dico io, in aereo?" e lui "no, in moto!". Ragazze, all’andata partendo il venerdi', con sosta notturna a San Remo, e il giorno seguente arrivando a Barcellona a ora di pranzo tutto bene o quasi (mi riferisco alla schiena e al sederino), non vi dico il ritorno: Barcellona-Trieste in giornata (1500 km circa) con solo le soste obbligatorie: sigaretta, cibo, acqua, pipì. Io ho trovato anche il tempo per tirare giù qualche parolaccia. Dopo quel viaggio, ho giurato che non sarei più salita su una moto, ho sofferto come una bestia, gambe, schiena, collo e soprattutto sedere, completamente dolorante anche per i giorni successivi!!

"Colui che un giorno diventerà mio marito" ha sempre avuto un sogno: prendersi una BMW, così vendemmo "il missile" per una BMW 800GS, che tuttora abbiamo e con la quale abbiamo girato in lungo e in largo tutta la Slovenia ,Croazia e altri posti in Italia. Nel frattempo, abbiamo avuto due bimbi, anche loro "piccoli motociclisti", ma avendo 2 figli per viaggiare ci voleva un camper o un'altra moto, così a sorpresa il 6 ottobre 2000, "colui che ormai è mio marito", senza pensarci un attimo, mi ha detto "ho trovato la moto per te!".

Da quel giorno ho finalmente una moto TUTTA MIA, una BMW 650 F, bianca di terza mano, ma ben tenuta, con pochi kilometri, cosa che nel tempo mi riprometto di aumentare sempre più, facendo tanti viaggi insieme alla mia famiglia e anche insieme a tutte voi!!

Motocicliste ® 2000