Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

Pilote
- le pilote italiane e straniere impegnate nei campionati
IUSM
un progetto di ricerca con Motocicliste
Link
I siti di pilote

Professione meccanico
Jessica Campos Ruiz

Sport

Mondiale Supersport 2010
Paola Cazzola

Misano, 25 giugno
Il ritorno di Paola
Dopo lo stop forzato a causa della cessata collaborazione con il Team Kuja Racing, Paola Cazzola ha siglato proprio ieri, durante il 3^ round del Campionato Italiano Velocità presso l'autodromo del Mugello, l'accordo con la squadra capitolina Elle 2 Ciatti.
La forte pilota vicentina sarà quindi al via al prossimo GP di San Marino che si svolgerà sul Misano World Circuit il 27 corrente mese in sella ad una Yamaha R 6.
Paola: sono molto felice di poter rientrare nel WSS proprio nell'occasione della gara di casa, pista su cui esprimo bene le mie potenzialità. Grazie alla collaborazione con il Team Elle 2 Ciatti saro' al via anche dei GP di Imola, Francia e Germania e stiamo valutando la possibilità di correre anche la tappa di Brno. Questi due mesi di inattività sono stati lunghissimi, non vedo l'ora di poter tornare in sella piu'
determinata che mai! Ringrazio il Team, gli sponsor e tutte le persone a me vicine che mi stanno aiutando per continuare a vivere il sogno Mondiale.
Luca: Siamo contenti ed onorati di iniziare un rapporto di collaborazione con Paola, atleta seria, preparata fisicamente e con tanta voglia di fare bene nella categoria.

3^ gara - Valencia (Spagna)
Una Odissea!
Una Odissea! Non vedo l'ora di tornare in Italia!con tutta la sfiga che ho avuto in Spagna adesso devo per forza avere la fortuna dalla mia perchè altrimenti......meglio che vada a fare un giro a Lourdes!
In questo momento vi sto scrivendo da una stazione di servizio che si trova all'uscita dell'autostrada del'Autodromo di Valencia dove sono scesa per bere un caffè prima della partenza in direzione Barcellona, dove devo prendere la nave per Civitavecchia, e questo caffè è risultato piuttosto salato visto che sono uscita e mi hanno tagliato la ruota del camper!
E' questa è solamente l'ultima (spero vivamente) delle tante disavventure accadute in questo Week end!
Partiamo con venerdì dove tutto va secondo i piani, entro per la prima volta nel circuito Ricardo Tormo e comincio a capire dove mettere le ruote e sono sufficientemente contenta del lavoro svolto! nel pomeriggio però per provare a tirare sono incappata in una caduta che ha visto terminare la mia sessione di prove con un po di anticipo!
Il sabato mattina dopo aver apportato alcune modifiche alla moto entro in pista e , dopo aver fatto qualche giro per svegliarmi , metto la gomma più morbida e comincio a girare, riesco a fare un 1'40 e sono contenta perchè stavamo andando nella giusta direzione anche se non eravamo ancora al 100%.
Dopo un paio di giri però......il motore mi abbandona e me ne devo tornare al box con i commissari di percorso! cambiamo il motore di tutta fretta per entrare per le qualifiche del pomeriggio !
Ho ancora parecchie difficoltà nel sistemarmi la forcella anteriore ed il feeling ....non è il max! a causa di questo faccio pure fatica nel dormire la notte e quindi domenica mattina .....sono più addormentata che sveglia! Facciamo altre modifiche e partiamo per la gara! lo scatto dal semaforo non è male ma alla seconda curva un contatto tra Palumbo e Dell'Omo li fa cadere ed io , non sono riuscita a schivare il corpo di Palumbo che scivolava verso la mia ruota anteriore! Lo colpisco e uscendo di pista senza il controllo della moto cado!Mi rialzo al volo e riparto ma nel frattempo dalla craniata che avevo piantato mi si è rotta la visiera del casco! Esco al box per cambiare casco e riprendere la gara e continuo per una decina di giri sino a che.....lungo il rettilineo del traguardo mi si allenta ilsemimanubrio destro e esco dritta alla prima curva finendo poi per terra nella ghiaia! Mi alzo , sistemo il semimanubrio e chiudo il giro per rientrare nuovamente al box e fissarlo! Detto fatto , rientro in pista e continuo la mia gara ma dopo due o tre giri ......la moto si ferma! Durante la caduta avevo bucato il radiatore ed era uscita tutta l'acqua!!!
Bè che ne dite ......penso che in un week end ne abbiamo fatte no! Valencia da dimenticare! Mo' ci mancava pure chemi bucassero la ruota ........ah ........ieri in centro a Valencia ci hanno pure scassinato l'auto per rubare un pacchetto di sigarette!!!Ogni commento sarebbe superfluo!! Brina Paga!!!
Diario di Paola Cazzola

- Classifica gara
- Classifica qualifiche

- Classifica prove libere

PAOLA CAZZOLA - SUPERSPORT2^ gara - Portimao (Portogallo)
Tanti sorpassi
Gara emozionante per Paola Cazzola alla sua seconda prova nel mondiale Supersport. Arriva 16^ e per un solo decimo non riesce a prendere punti, ma dimostra che è in gara, lotta con lo svizzero Cheseaux e con il suo compagno di squadra Danilo Dell'Omo (Kuja Racing) fino all'ultimo giro. Sorpassi e controsorpassi dimostrano che la pilota vicentina comincia a scrollarsi di dosso timori reverziali di fronte al palcoscenico mondiale. Non riesce a battere il suo miglior tempo segnato sul circuito di Portimao nei test invernali, ma certo più che nel we del suo esordio mostra di entrare nel vivo del gioco. Fare esperienza e prendere feeling con la moto ed il team sono gli obiettivi principali per quest'anno di esordio. Ma certo Paola, solo alla seconda gara, sembra lasciar sperare anche di più.
Prossimo appuntamento a Valencia l'11 aprile.

- Classifica gara
- Classifica qualifiche

 

1^ gara - Phillip Island (Australia)
Due punti per Paola Cazzola

PAOLA CAZZOLA - SUPERSPORTAl suo esordio nel mondiale Supersport, nel difficile e bellissimo circuito di Phillip Island, Paola Cazzola regala un sogno al motociclismo femminile. Quattordicesima in gara e 2 punti nella classifica del mondiale subito alla prima gara. Un bottino oltre le aspettative per la vicentina, unica esordiente oltre che unica donna nella Supersport, con moto-team-circuito per lei del tutto nuovi. Ci si aspettava già solo che riuscisse a superare l'emozione di una gara così importante, misurandosi coi più forti del mondo. Ma Paola è andata oltre. Ha saputo gestire bene il week end, forzando al massimo per cercare di capire al meglio il circuito, seguendo e rubando dove possibile qualche traiettoria agli avversari esperti. E' caduta sabato in prova, ma si è rialzata, e domenica s'è schierata in griglia di partenza con l'emozione forte nascosta dietro gli occhiali scuri. "So che c'è poco da divertirmi per me qui ancora (pensando a quanto distante sia ora la sua situazione da quando solo fino a poche gare fa, nell'italiano femminile ma anche nell'R6 Cup, era abituata a vincere o almeno ai primi posti), ma almeno posso imparare tanto".
L'atteggiamento giusto, quello di Paola, che infatti premia. Nonostante le cose si complichino fin dall'inizio. Al secondo giro la gara viene interrotta per alcune cadute causate dalla perdita d'olio della Triumph di Davies. Così un'ora di pausa per ripristinare le condizioni dell'asfalto sporco, e una seconda partenza, costringono l'esordiente ad affrontare una dose doppia di tensione. Ma Paola non si lascia intimidire, fa la sua gara dall'inizio alla fine, mantenendo il suo passo e il controllo senza pretendere di strafare e, mentre tre avversari cadono o si ritirano (Pirro e Lundh, mentre il compagno di squadra Dell'Omo, pur riuscendo a ripartire, resta attardato e ultimo), lei non molla e punta al traguardo. Solo all'ultimo giro viene doppiata, proprio poco prima della fine, dal vincitore Laverty. Davvero poche curve e Paola avrebbe onorato ancora di più la sua pratecipazione chiudendo la gara a pieni giri. Ma certo per lei è un grande successo. Debuttare nel mondiale, moto e team ancora da conoscere, e in un circuito come quello australiano, veloce e non certo per principianti, una gara lunga quasi il doppio di quanto è abituata a correre, lontano da tutti e con l'emozione aggiuntiva di essere la prima donna nella storia a partecipare ad un mondiale supersport per l'intera stagione... non era certo l'inizio più facile.
E ora quei due punti fanno storia! Anche se lei sminuisce così "...i punti oggi li avrebbe presi pure mi nonna ma... l'Australia è finita ed il futuro a livello di circuiti lo vedo più roseo, spero!! Ho fatto il paracarro ma ho terminato e capito altre cosine! Adesso è meglio che mi alleni un altro po' aspettando Portimao!" Ma intanto il "paracarro" nel primo settore girava sui tempi dei primi, perdendo invece sugli altri 4 settori. Il tempo di imparare un po'...
Grande Paoletta, ci hai regalato un sogno!!!
28 febbraio 2010

 

PAOLA CAZZOLADebutto assoluto per Paola Cazzola (Honda Kuja Racing), prima ragazza che correrà tutto il Mondiale Supersport!

Una stagione 2010 che seguiremo con eccitazione ed i nostri più grandi auguri per la fantastica campionessa italiana ed europea femminile, ora alle prese con un obiettivo davvero speciale!

Portimao Testing - Supersport Overall (Friday/SaturdayìSunday)
Sunday, 24 January 2010 16:23
1 50 Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 1'45.104
2 26 Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-6R 1'45.292
3 51 Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 1'45.587
4 117 Praia M. (POR) Honda CBR600RR 1'45.834
5 37 Fujiwara K. (JPN) Kawasaki ZX-6R 1'45.988
6 7 Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 1'46.610
7 99 Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 1'46.836
8 25 Salom D. (ESP) Triumph Daytona 675 1'47.054
9 40 Di Salvo J. (USA) Triumph Daytona 675 1'47.773
10 9 Dell'Omo D. (ITA) Honda CBR600RR 1'48.098
11 5 Lundh A. (SWE) Honda CBR600RR 1'49.332
12 16 Charpentier S. (FRA) Triumph Daytona 675 1'49.452
13 33 Cazzola P. (ITA) Honda CBR600RR 1'49.553
14 8 Chesaux B. (SUI) Yamaha YZF R6 1'49.627

Portimao Testing - Supersport Overall (Friday/Saturday)
Saturday, 23 January 2010 19:15
1 26 Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-6R 1'45.292
2 51 Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 1'45.587
3 117 Praia M. (POR) Honda CBR600RR 1'45.834
4 50 Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 1'45.909
5 37 Fujiwara K. (JPN) Kawasaki ZX-6R 1'45.988
6 7 Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 1'46.610
7 99 Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 1'47.164
8 25 Salom D. (ESP) Triumph Daytona 675 1'47.500
9 9 Dell'Omo D. (ITA) Honda CBR600RR 1'48.537
10 40 Di Salvo J. (USA) Triumph Daytona 675 1'49.233
11 16 Charpentier S. (FRA) Triumph Daytona 675 1'50.295
12 8 Chesaux B. (SUI) Yamaha YZF R6 1'50.656
13 33 Cazzola P. (ITA) Honda CBR600RR 1'51.104
14 5 Lundh A. (SWE) Honda CBR600RR 1'51.603

PAOLA CAZZOLANel week end di test a Portimao, la Cazzola abbassa di 4 secondi e mezzo il suo tempo sull'asciutto, da 1.54.0 a 1.49.5, laddove i migliori limano poco più di un secondo. Sul bagnato poi, dove i gap si compattano e la vicentina ha sempre mostrato grande sensibilità, la situazione è ancora migliore per lei.

La posizione di Paola in questi test invernali è ancora quella dell'esordiente, di fondo classifica, ma il suo lavoro - nonostante una sessione di prova saltata per un problema alla moto - per quanto sia solo all'inizio, è incoraggiante.

Paola dovrà vedersela quest'anno con i migliori piloti al mondo di questa categoria, su circuiti che non conosce minimamente, con un tipo di moto del tutto nuova per lei, in un ambiente diverso da quello più familiare dove aveva corso questi anni (il team Piellemoto). E con la responsabilità di essere l'unica donna in griglia, cosa che potrebbe attirarle molta attenzione anche negativa, quasi fosse una colpa invece che un grande merito.

Finora, le poche apparizioni di donne al mondiale hanno generato questo meccanismo, oltre a battutine di ogni tipo: se vanno bene, è perché in quanto donne sono state privilegiate (e sappiamo quanto la Cazzola, dall'inizio della sua carriera nel motociclismo di privilegiato non ha niente, se non frutto negli anni del suo grande impegno e lavoro, sia in senso agonistico che nel costruire fiducia attorno a sé); se vanno male, sono additate come quelle che non meritavano di essere lì (mentre qualunque pilota uomo, benché ultimo in classifica, non è mai stato delegittimato così).

Certo essere una donna lì in mezzo la differenza un po' la fa. Non nella grinta, nel carattere, insomma per quanto riguarda la personalità di Paola in senso stretto, che in questo non ha niente di meno o di più rispetto a un collega.

Ma se le donne pilota sono alcune decine contro decine di migliaia di piloti uomini, tra tutte le categorie, nel mondo; se sono centinaia i trofei e campionati dove corrono da sempre praticamente solo uomini, mentre più uniche che rare le competizioni femminili, cosa invece naturale in tutti dli altri sport... Allora possiamo dire che, solo quando questi numeri (e le realtà che descrivono) diventeranno minimamente comparabili, potrà magari essere indifferente specificare il genere accanto a una prestazione agonistica di alto livello, di livello mondiale, nel motociclismo velocità. Per il momento è una eccezione, una straordinaria eccezione. Nel caso di Paola, una fantastica eccezione!
E speriamo che diventi l'occasione anche per cercare un nuovo modo di fare cronaca e commenti, lasciando vecchi modelli di riferimento, ormai noiosi, al millennio passato.

Portimao Testing - Supersport 2nd Session (Day 2)
Saturday, 23 January 2010 19:14
1 51 Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 1'47.168
2 26 Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-6R 1'47.527
3 50 Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 1'47.602
4 117 Praia M. (POR) Honda CBR600RR 1'48.200
5 7 Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 1'48.289
6 37 Fujiwara K. (JPN) Kawasaki ZX-6R 1'48.923
7 99 Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 1'49.236
8 25 Salom D. (ESP) Triumph Daytona 675 1'49.566
9 9 Dell'Omo D. (ITA) Honda CBR600RR 1'49.584
10 16 Charpentier S. (FRA) Triumph Daytona 675 1'50.295
11 40 Di Salvo J. (USA) Triumph Daytona 675 1'50.683
12 33 Cazzola P. (ITA) Honda CBR600RR 1'51.104
13 5 Lundh A. (SWE) Honda CBR600RR 1'51.603
14 8 Chesaux B. (SUI) Yamaha YZF R6 1'52.742

Portimao Testing - Supersport 1st Session (Day 2)
Saturday, 23 January 2010 14:32
1 50 Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 1'59.045
2 7 Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 1'59.630
3 51 Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 1'59.722
4 26 Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-6R 2'00.096
5 16 Charpentier S. (FRA) Triumph Daytona 675 2'00.789
6 117 Praia M. (POR) Honda CBR600RR 2'00.839
7 99 Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 2'00.990
8 40 Di Salvo J. (USA) Triumph Daytona 675 2'01.410
9 8 Chesaux B. (SUI) Yamaha YZF R6 2'01.545
10 37 Fujiwara K. (JPN) Kawasaki ZX-6R 2'02.461
11 33 Cazzola P. (ITA) Honda CBR600RR 2'02.541
12 25 Salom D. (ESP) Triumph Daytona 675 2'02.574
13 9 Dell'Omo D. (ITA) Honda CBR600RR 2'02.799
14 5 Lundh A. (SWE) Honda CBR600RR 2'06.285

Sul bagnato Paola va alla grande! E' sempre andata forte quando la pista non è in ottime condizioni, e anche oggi ne dà conferma, girando a 3 secondi dal primo e a meno di un decimo da un pilota del calibro di Fujiwara (l'anno scorso decimo in campionato e, alle spalle, 14 stagioni tra Sbk e Supersport). Con la moto ancora tutta da conoscere, il circo, il team e i ritmi di un campionato del mondo ancora completamente nuovi per lei, Paola sta veramente lavorando bene, con la pazienza, la tenacia, l'umiltà e la determinazione che l'ha sempre contraddistinta. E se la pista bagnata è il suo forte, vorrà dire che quest'anno faremo senz'altro la danza della pioggia ad ogni week end di gara!

Portimao Supersport - Friday 1st
Venerdì 22 Gennaio 2010 12:34
1 26 Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-6R 1'46.630
2 51 Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 1'46.756
3 37 Fujiwara K. (JPN) Kawasaki ZX-6R 1'47.347
4 7 Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 1'48.313
5 99 Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 1'48.576
6 117 Praia M. (POR) Honda CBR600RR 1'49.574
7 9 Dell'Omo D. (ITA) Honda CBR600RR 1'49.719
8 50 Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 1'50.697
9 25 Salom D. (ESP) Triumph Daytona 675 1'51.387
10 16 Charpentier S. (FRA) Triumph Daytona 675 1'51.753
11 8 Chesaux B. (SUI) Yamaha YZF R6 1'53.707
12 40 Di Salvo J. (USA) Triumph Daytona 675 1'53.897
13 33 Cazzola P. (ITA) Honda CBR600RR 1'54.066
14 5 Lundh A. (SWE) Honda CBR600RR 1'57.103

I dati dal sito www.worldsbk.com

 

Motocicliste 2000