Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

Pilote
- le pilote italiane e straniere impegnate nei campionati
IUSM
un progetto di ricerca con Motocicliste
Link
I siti di pilote

Professione meccanico
Jessica Campos Ruiz

Sport

TRIAL FEMMINILE 2005

Trial delle Nazioni 2005
Germania Campione del Mondo
Iris KramerLe ragazze tedesche si aggiudicano il Trofeo delle nazioni di trial
Il Trofeo delle Nazioni di trial femminile torna in Germania. Le ragazze tedesche dopo il successo ottenuto nel 2003 si sono ripetute in questa edizione disputata a Sestriere. Iris Kramer, Rosita Leotta e Sabrina Weindl, tutte in sella ad una Gas Gas, sono state capaci di una rimonta spettacolare. Al termine dei primi due giri eliminatori erano solo terze con sei punti di svantaggio nei confronti della Gran Bretagna. Nei due giri di finale hanno saputo mantenere un freddo controllo e dopo aver chiuso a sei il primo giro hanno terminato il secondo con lo stupefacente punteggio di due. Ventinove le penalità totali, sufficiente per superare di un punto le inglesi. Mari Conway, Rebecca Cook e Donna Fox sono state autrici di una gara molto regolare. Nove, sei, sette ed otto lo score dei quattro giri, che però non le ha consentito di salire sul gradino più alto del podio. Grossa la delusione quando sul tabellone è apparso il punteggio delle tedesche, comunque per loro un grosso passo avanti dal quinto posto dello scorso anno. Nuovamente terza invece la Spagna. Trascinate da una scatenata Laia Sanz, Carla Calderer e Dolores Sanchez hanno dato il meglio di se. Partite piuttosto male con quattordici penalità alla fine del primo giro, hanno saputo prontamente riscattarsi chiudendo il secondo con soli tre punti. Nei due giri finale sono state abbastanza regolari tanto da chiudere i due giri con sette ed otto punti di penalizzazione. Disfatta completa invece per le campionesse in carica, Claire Bertrand, Blandine Guillaud e Maryline Journet. La Francia chiude con un punteggio altissimo, settantadue penalità senza riuscire mai a scendere sotto ai quindici punti per giro. Una giornata no come per le giapponesi. Mariko Hagiwara, Aya Nishimura e Maya Takahashi, vicecampionesse nel 2004, hanno chiuso al quarto posto, davanti alla Francia, con quarantacinque punti. Le loro migliori prestazioni sono stati due giri portati a termine con nove penalità. Queste cinque nazionali hanno preso parte ai due giri di finale mentre le altre si sono dovute arrendere dopo le prime venti zone "no-stop". La prima delle escluse è stata l'Australia che conquista così il sesto posto. None le azzurre. Un risultato niente male delle ragazze senza esperienza internazionale e giovani anche di pratica. Marta Passet Gross, Deborah Albertini ed Alessandra Sbrana, sono andate oltre il pronostico che le voleva in fondo alla classifica e questo già deve bastare.
24 settembre 2005

____________

Laia Sanz vince a Sestriere
Pronostico rispettato nelle prima prova del campionato mondiale.
Tutto secondo copione. La fuoriclasse spagnola Laia Sanz si è infatti aggiudicata la prima prova del Campionato del Mondo di trial, disputatosi a Sestriere. Netta la sua superiorità: zero penalità al termine del primo giro da dieci zone e nuovamente percorso netto al termine dei secondi due giri finali da quattro zone. Per il primato dunque non c'è stata storia mentre hanno dato vita ad un avvincente duello le due tedesche Iris Kramer e Rosita Leotta contrapposte alla britannica Maria Conway. Ad avere la meglio è stata la più esperta, la Kramer che ha concluso i due percorsi con dodici punti di penalità, accusati quattro nella prima frazione ed otto nella seconda che era più difficile. Terza è la Leotta con sedici punti mentre al quarto posto ha chiuso la Conway che alla fine ha accusato ventisei punti di penalizzazione. Quinta è la francese Claire Bertrand. Ci si aspettava di più dalle giapponesi, ma la prima con gli occhi a mandorla è arrivata solo settima. Mariko Hagiwara ha chiuso la prima fase con 17 punti e la seconda con sedici. La prima delle italiane è Alessandra Sbrana, ventinovesima, con quarantacinque punti. Marta Passet Gross è trentaduesima con cinquanta penalità e precede la campionessa italiana Deborah Albertini che ha accusato cinquantuno punti. Nessuna delle italiane è entrata nella finale delle "top quindici" che hanno preso parte al secondo giro.
23 settembre 2005
____________

Trial delle NazioniA difendere i colori nazionali al Trial delle Nazioni femminile di Sestriere del 24 settembre prossimo saranno Deborah Albertini, Alessandra Sbrana, e Marta Passet Gross. Sono state scelte dalla Federazione Motociclistica Italiana in base alle loro prestazioni stagionali dopo la prova di campionato italiano di Bagolino. Deborah Albertini, trentina di trentatre anni, ha iniziato a gareggiare nel 2003 e lo scorso anno si è laureata campionessa italiana. Corre con la Sherco PRT ed ha fatto parte della squadra nazionale per il Trofeo del 2004. Alessandra Sbrana, toscana, ha appena vent'anni ma è la più esperta. Ha iniziato a gareggiare dieci anni fa. E' stata campionessa italiana nel 2002. E' tornata alle gare in questa stagione dopo una sosta forzata di circa un anno a seguito di interventi chirurgici alle ginocchia. Corre con una Montesa Bosis 4 tempi ed è alla sua quarta partecipazione al Trofeo delle Nazioni. Marta Passet Gross è la rilevazione di questo 2005. Classe 1990, ha esordito due anni fa ed ora si pone come una delle più fulgide promesse della disciplina. E' nata e risiede a Paragelato, pochissimi chilometri da Sestriere, per cui per lei sarà come correre in casa. E' in sella ad una Gas Gas. Il Trofeo delle Nazioni per queste ragazze, che indosseranno la classica maglia azzurra, non sarà un'impresa facile dovendosi confrontare con atlete dalla grande esperienza. Non potendo, obiettivamente, puntare alla vittoria, l'obiettivo primario per la formazione di casa sarà quello di entrare tra le prime cinque.
Al Trial delle Nazioni femminile l'Italia ha partecipato per la prima volta nel 2000 con Chauvie e Digiannanontonio. E' stata poi presente nel 2001 con Chauvie, Digiannantonio e Sbrana, nel 2003 con Chauvie, Sbrana e Rivera e nel 2004 con Albertini, Sbrana e Rivera. Nel 2002 invece non ha partecipato.

Campionato Italiano Trial Femminile

Campionato Italiano Trial Femminile BOARIO TERME
2a prova Campionato Italiano Femminile
Una bella giornata di sole ha accolto le sei concorrenti iscritte al Campionato Femminile di Trial convenute a Boario Terme per disputare la seconda prova in calendario.
Ad attenderle sei zone, da ripetersi per tre giri, ricavate sulla collina nei pressi del Centro Congressi della città termale.
Netta affermazione della portacolori del Team Bosis, Alessandra Sbrana, che in sella alla Montesa ha concluso la sua gara consegnando un cartellino con 40 penalità contro le 44 della diretta rivale Deborah Alberini (Sherco PRT). Più staccata la genovese Sara Rivera (Beta Team Promotor) terza classificata con 57 penalità. Fuori dal podio ma racchiuse in una manciata di penalità, le giovanissime Michela Bonnin (Gas Gas Team Spea Junior), che prevaleva su Martina Balducchi (Beta Team Promotor) a 59 penalità, per la discriminante degli zeri; chiude la compagine rosa Marta Passet Gross (Gas Gas Team Spea Junior) a 61 penalità. Unanime il giudizio espresso dalle concorrenti sulle zone tracciate dai soci del Moto Club Mazzate: belle e tecniche con passaggi impegnativi ma mai pericolosi. Al primo giro le zone si presentavano un po’ viscide a causa delle abbondanti piogge del sabato ma il bel sole che ha accompagnato tutta la gara ha contribuito ad asciugarle sempre più permettendo il recupero di qualche errore.
Il prossimo appuntamento con il trial in rosa è fissato per il 7 agosto a Bagolino (BS)

Gallery
(clicca sulle foto per ingrandirle)

Campionato Italiano Trial
1
Campionato Italiano Trial
2
Campionato Italiano Trial
3
Campionato Italiano Trial
4
Campionato Italiano Trial
5
Campionato Italiano Trial
6
Campionato Italiano Trial
7
Campionato Italiano Trial
8
Campionato Italiano Trial
9
Campionato Italiano Trial
10
  
10 immagini

 

GARESSIO (CN)
1a prova Campionato Italiano Femminile

Campionato Italiano Trial Femminile In concomitanza con il Campionato Italiano Trial si è svolta a Garessio (CN), domenica 1 maggio, la prima prova dei Campionati Cadetti Femminile e Juniores.
Una bella giornata di sole ha accolto le sei concorrenti del femminile che si sono misurate sulle stesse zone dei piloti juniores.
Netta affermazione della campionessa in carica, Deborah Albertini (Sherco PRT) che ha chiuso la sua gara con un totale di 26 penalità contro le 40 della più diretta inseguitrice, la giovanissima piemontese Marta Passet Gross (Gas Gas Team Spea). Leggermente staccata, a quota 43, Alessandra Sbrana (Montesa Bosis Trial Team) tornata alle competizioni dopo una sosta forzata di circa un anno a seguito degli interventi alle ginocchia e per giunta alla guida di una quasi sconosciuta 4 tempi.
Quarto e quinto posto per le genovesi Sara Rivera e Martina Balducchi entrambe su Beta del Team Promotor, con la Rivera scalzata dal terzo posto a causa della discriminante degli uno, mentre è stata l’emozione la prima avversaria di Martina all’esordio in una prova tricolore. Purtroppo fuori dai giochi per un infortunio l’altra portacolori del Team Spea, Michela Bonnin, che con gran carattere ha comunque portato a termine la sua prova.

Gallery
(clicca sulle foto per ingrandirle)

Campionato Italiano Trial
1
Campionato Italiano Trial
2
Campionato Italiano Trial
3
Campionato Italiano Trial
4
Campionato Italiano Trial
5
Campionato Italiano Trial
6
Campionato Italiano Trial
7
Campionato Italiano Trial
8
Campionato Italiano Trial
9
   
9 immagini
Motocicliste 2000