Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

STORIE

Quando si può dire di essere motocicliste?

Una domanda che mi viene in mente ora, che sono alle prime armi e ogni volta che imparo qualcosa mi sembra una conquista...

Forse, come diceva Paolo quando mi ha venduto la moto, sei biker quando la compri... o quando innesti la prima e lei si comincia a muovere?

Quando passi i pomeriggi d'estate in box per metterla a posto e toglierle tutta la ruggine che copre le cromature?

O alla prima curva in piega, quando ti accorgi che se non la spingi verso il basso (affrontando la paura di sfracellarti sull'asfalto), continuerai ad andare dritto contro il muro? O quando cadi veramente la prima volta?

Quando cominci a fare gli esercizi stupidi per prendere la patente, o quando prendi finalmente la patente? Quando torni a casa congelata dal lavoro perché al lavoro ci devi andare assolutamente in moto anche se la sera fa un freddo cane che non riesci nemmeno a cambiare e le gambe ti tremano per i brividi?

O quando la sensazione di libertà che ami in moto ti fa odiare la macchina e i finestrini che ti costringono in quell'odioso spazio chiuso?

Quando il primo biker ti saluta per strada? Forse quando ti manca il respiro tanto è forte l'emozione di muoverti nel mondo, a contatto con il mondo, con l'aria che ti batte in faccia e si infila nella giacca che hai lasciato un po' aperta apposta, e piangi un po' per l'emozione un po' per l'aria gelida che non si ferma nemmeno sugli occhiali...

Beh, se è così, allora credo di essere anch'io una biker: ho realizzato nel giro di qualche mese un sogno covato fin da bambina...

Mari

 

 

 

 

Motocicliste 2000