Trofeo Italiano Motocicliste
Pilote
Moto
Gare
Pubblicità
Rassegna stampa
Emozioni
Torna alla home
MONDIALE ENDURANCE

UN EQUIPAGGIO TUTTO FEMMINILE
AL CAMPIONATO DEL MONDO ENDURANCE
3 ottobre 2004 Vallelunga

Sarà perché si trattava di un mondiale, sarà perché le gare di
endurance hanno un fascino speciale, sarà perché un team di ragazze qui non si era mai visto, sarà perché erano italiane e pilote del nostro trofeo, sarà perché hanno partecipato con una squadra messa su in meno di un mese, con la moto che due delle tre pilote non avevano mai guidato, con pochi soldi e poco tempo per organizzare tutto "comme il faut" allo stile dei vincenti, ma questo week end, per chi era a Vallelunga, è riuscito a lasciare in ombra anche le brutte storie di Qatar.
Emozioni nel vedere le tre ragazze, Alice Betti, Alessia Polita e
Samuela De Nardi, decidere di misurarsi sulla stessa moto, la Yamaha R1 di Alice (Alessia viene dal Cbr 600, Samuela dall'Aprilia Tuono). Vederle provare giovedì e venerdì e stupirsi dei loro tempi, di tutto rispetto anche accanto a quelli di piloti mondiali. Alessia, che oltretutto non aveva mai guidato col cambio rovesciato, prende subito confidenza, perché alle prove il sabato mattina spunta un 1.25.889 che permette alle ragazze di qualificarsi senza problemi al 33° posto.
Emozioni nel vedere il team di Motocicliste.net intorno a loro:
Simona e Emanuele al rifornimento benzina, Janis, Chiara, Federica e Paola sul muretto a prende i tempi ed assistere le pilote, Alessandra e Claire all' hospitality.
Emozioni nel vedere come le tre ragazze, pure in altre competizioni avversarie, sono state insieme in grande sintonia, compagne di squadra e amiche, unite sia per l'obiettivo da raggiungere in gara, che in quello di divertirsi nel paddock.
Emozionante guardare Alice Betti, pilota e anche team manager di due squadre (la Millenium schierava un equipaggio maschile oltre a quello femminile), organizzare tutto e al tempo stesso infilarsi la tuta e aprire il gas.
Emozionante la partenza, con le moto schierate sul lato della
griglia, i piloti nell'altro, vedere Alessia Polita correre, salire sulla
moto, accenderla e partire alla grande, come se lo avesse fatto gia' 100 volte.
Emozionante vedere come le ragazze hanno resistito alla lunghissima gara, gestendo perfettamente i fuel stop, l'usura delle gomme, giro dopo giro, insieme mantenendo un ottimo passo e scalando una posizione dopo l'altra fino ad arrivare- dal terz'ultimo posto in griglia di partenza - al 75° giro a lasciarsi dietro 7 equipaggi.
Emozionante, a meno di 10 giri dal termine della gara, dopo aver
resistito per quasi due ore, non vedere più Alice passare sul
rettilineo dei box, il monitor non dare nessun segno del suo
passaggio, correre all'ingresso pista e aspettare di vederla tornare
con una mano gonfia ma soprattutto tanto dolore e rabbia dentro, per essere stata centrata alla variante dopo i Cimini dal pilota del team Kawasaki Endurance che, arrivando da dietro troppo lungo alla staccata, è entrato sulla moto di Alice all'esterno, portando via la leva del freno della R1 e sbattendola dall'altro lato. Il giovane tedesco è venuto poi a fine gara a chiedere scusa ad Alice, cercando di farsi perdonare un errore che è costato alle ragazze la soddisfazione di finire una gara difficile e faticosa, giorni di preparazione, e soprattutto la gioia di un piazzamento di tutto rispetto alla prima gara di mondiale disputata. Il pilota del team
Kawasaki ha dato purtroppo la fine anticipata della gara alle Millenium Girl, ma le ragazze devono comunque gioire ed essere orgogliose per una prova davvero impeccabile, una grande sfida che ha mostrato come giovani pilote (Alessia e Samuela hanno 19 e 20 anni) al loro esordio in un mondiale, senza esperienza e grandi strutture alle spalle, in un mondo tutto maschile, hanno comunque coraggio da vendere e tanto talento da mostrare.
Per dovere di cronaca, la gara è stata dominata da tre team
francesi - sul podio Suzuki Castrol, Yamaha GMT94, Yamaha Endurance Moto 38, ma non riusciamo a non rimanere incantate dalla prova delle Millenium Girl a cui va tutta la nostra ammirazione: RAGAZZE, CHAPEAU!

Untitled Document

Trofeo Italiano Motocicliste

NEWS

Federazione Motociclistica Italiana

 
Federazione Motociclistica Italiana Dunlop Mutuofacile Betac
Andreani
EuroRacing
PMS
Gimoto
Gimoto