Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

Tunisia (Laura)

Capo Nord (Milena)

Tunisia (Simonetta)

Tunisia (Silvia)

Tunisia (Erika)

Andalucia (Raduno WIMA)

Svizzera: Concorso dei passi svizzeri - Tour des Cols 2000

VIAGGI e WEEK END: CHIANTI E DINTORNI

Trattamento rilassante per motocicliste

week end in moto: il ChiantiAvete bisogno di staccare la spina? Cercate un posto dove rilassarvi, per ritrovare la giusta dimensione, magari vi occorre una pausa di riflessione? Gli occhi hanno guardato il monitor del pc troppo a lungo e siete in cerca di nuovi orizzonti? La vostra moto ha sofferto troppo del traffico cittadino e volete farle respirare strade gentili, ghiotte curve, asfalto generoso?
Ecco, mettete a bollire questi stati d’animo insieme ad un lungo week end col ponte (ma anche una settimana di ferie, non sarà mai troppa!), fate una telefonata alla Motolocanda per avvisare Angelita che vi prepari una camera.
week end in moto: il ChiantiMescolate il tutto con un pizzico di spirito di avventura e disponetevi in strada con la vostra fida cavalcatura, un bagaglio essenziale ed una mappa stradale della Toscana. Finalmente: partite! L’idea è di fare base alla Motolocanda, che si trova a Lucardo Alto, una frazione di Montespertoli), per compiere escursioni giornaliere nei dintorni.

Per raggiungere Lucardo Alto:

  • Opzione 1: All’uscita Poggibonsi Nord del raccordo Firenze-Siena, dirigete il muso verso week end in moto: il ChiantiTavarnelle in Val di Pesa (percorrendo un tratto della SS2, passando per Barberino Val d’Elsa);
  • Opzione 2 (per chi ha fretta di arrivare): sempre dal raccordo Firenze-Siena, uscite a San Donato, seguire per Morrocco e poi per Tavarnelle in Val di Pesa Raggiunta Tavarnelle seguite per Marcialla, e poi per Fiano in direzione Montespertoli (attenzione alle rotatorie, ce n’è un’infinità: in molti casi la direzione giusta è “tutte le direzioni”! Tenete d’occhio anche i limiti di velocità, ci sono postazioni fisse di autovelox un po’ ovunque), ed ecco che vi troverete ad attraversare Lucardo.
    Prendete quella stradina a destra che sale ripida e sembra scomparire nel bosco… ma che in realtà porta al Borgo di Lucardo. Vi troverete in una grande rotonda sterrata, con tanto di prato e fontanella. Da un lato avete la rocca del Borgo medievale, dall’altro la chiesa, a destra il casale di Angelita e Daniele (quasi di sicuro troverete già qualche moto parcheggiata), a sinistra il belvedere.

    week end in moto: il ChiantiLa Motolocanda è un’antica villa che mantiene tutt’ora il suo carattere austero e un po’ misterioso. Soffitti altissimi con travi a vista, ampie stanze affrescate, ed un salone che pare un teatro d’altri tempi, con tante porte che vi si affacciano, e che si presta a lunghe tavolate degne di memorabili banchetti. La motolocandiera Angelita col il suo degno consorte Daniele, e la piccola Vittoria, saranno lì ad accogliervi, con quel savoir-faire e quella discrezione del vero ospite, che è sempre a vostra disposizione, senza invadere la vostra privacy.

    week end in moto: il ChiantiItinerari consigliati - tanto poi i motolocandieri ve ne sapranno indicare altrettanti, se non di più, diversi e bellissimi, secondo l’ispirazione del momento:

  • Menzione d’onore per la SS 222 Chiantigiana, partendo da Siena, passando per Quercegrossa e Castellina in Chianti, girando poi verso Poggibonsi. Questo percorso - solitamente segnalato in verde nelle cartine, in quanto particolarmente bello-, meriterebbe già di per sé le cinque stelle nella guida del buon mototurista amante delle curve… quindi vedete un po’ cosa potete fare! ;-)

     

  • week end in moto: il ChiantiVisto che ci siete, vale la pena andare a dare un’occhiata all’Abbazia di San Galgano ed attiguo Eremo di Montesiepi, con la famosa “spada nella roccia”, raggiungibile direttamente da Siena percorrendo la SS73, che passa per Rosia; a Chiusdino svolta a destra sulla 441 Massetana fino all’abbazia. In alternativa, per godervi un po’ di verdi colline e fitti boschi, da Poggibonsi seguite per Colle Val d’Elsa e da qui prendete la SS541, che corre per buoni tratti parallela al fiume Elsa, per ricongiungersi con la stessa SS73 più avanti (ca. 70 km).

     

  • Consigliamo di fare una capatina nella strada del Chianti dei colli week end in moto: il ChiantiFiorentini (eh si, perché di Chianti non ce n’è mica uno solo: c’è quello dei colli senesi, quello dei colli fiorentini, il famoso Gallo Nero, il Chianti Putto, insomma, ahi voglia!): Tavarnelle - Morrocco - Greve in Chianti; da qui si segue la SS 222 passando per Panzano, Pietrafitta, fino al bivio per Castellina – Radda, girare a sinistra per Radda in Chianti. Superato Radda seguire per la S 408 fino a Siena. Questo percorso è immerso tra colline coltivate e boschi, disseminati da rocche e castelli, ed i paesini sono uno più carino dell’altro.

     

  • week end in moto: il ChiantiNon partite senza aver visto le Crete senesi: colori spiazzanti, scenari da cartolina, offrono punti di vista totalmente diversi all’andata e al ritorno. Da Siena seguire la S 438 passando per Taverne d’Arbia, fino ad Asciano, proseguire per la S 451 fino all’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore (vale una sosta per rinfrescarsi e per una visita).

     

  • Se siete partiti di buon mattino e l’andatura è di quelle che si vuole godere il panorama, consigliamo di dirigervi verso sud da Siena sulla la SS2, passando per Buonconvento, fino al bivio a destra per Montalcino, patria del famoso Brunello. week end in moto: il ChiantiDi qui potete proseguire in direzione Monte Amiata, fino a Castelnuovo dell’Abate, per rientrare verso Castiglione d’Orcia e San Quirico d’Orcia, di nuovo sulla SS 2. A questo punto è d’obbligo una visita a Pienza ed eventualmente a Montepulciano, ritornando poi brevemente sui vostri passi, per raggiungere di nuovo la zona delle Crete ed Asciano passando per stradine meno note. Per quanto in alcuni punti il fondo stradale non sia perfettamente pulito, costringendo ad andature molto turistiche, il panorama vi ripagherà.

     

  • Infine, ciliegina sulla torta: fare rotta verso il mar Tirreno può rivelarsi molto vario, soprattutto se ci si propone di passare per San Gimignano e Volterra (S week end in moto: il Chianti68), e poi girare sulla S 439 per Pomarance e Larderello, famoso per i suoi soffioni boraciferi (che noi però non vediamo poiché i gas vengono convogliati in enormi tubi che attraversano tutta la regione, verso l’imponente centrale). Tappa obbligata alla sorprendente quanto inattesa sobria bellezza di Massa Marittima (che non è sul mare, anzi!); per fortuna però da qui a Follonica è un attimo! :-)

    Buona strada e buon relax!
    Alessandra Sisto

    week end in moto: il Chianti week end in moto: il Chianti week end in moto: il Chianti
    week end in moto: il Chianti week end in moto: il Chianti week end in moto: il Chianti
    week end in moto: il Chianti   week end in moto: il Chianti
  • Motocicliste ® 2000