Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

Tunisia (Laura)

Capo Nord (Milena)

Tunisia (Simonetta)

Tunisia (Silvia)

Tunisia (Erika)

Andalucia (Raduno WIMA)

Svizzera: Concorso dei passi svizzeri - Tour des Cols 2000

Sicilia

La Sicilia "fuori stagione" è magnifica (nell'Agrigentino i mandorli a dicembre iniziano già a fiorire!).
Elio con la sua Honda Transalp Con la nave da Genova sbarchiamo a Palermo, autostrada in direzione Catania passando da Enna. Usciamo ad Agira e da qui risaliamo fino a Nissoria, dove rimaniamo due giorni - per capodanno e pioggia incessante - all'agriturismo Isola Felice di Ignazio, prezzi bassi e buon cibo (due notti, cenone dell'ultimo, pranzo, cena e due colazioni Lit. 135.000).
Partenza da Nissoria con destinazione Siracusa, originariamente avevamo programmato Catania, ma il tempo è veramente brutto e decidiamo di tagliare una tappa (sosta di una notte), 143 km tutti sotto un'acqua bestiale. Sosta all'Hotel Milano (25.000 Lit. a persona). Visita serale all'isola di Ortigia, molto bella, veramente particolare il duomo costruito sopra ad un antico tempio Greco.
una parte del gruppo davanti a Siracusa Dopo Siracusa (tentata visita al museo archeologico ma... era chiuso!), ripieghiamo verso il teatro Greco e l'orecchio di Dionisio.
Ripartiamo verso sud direzione Marzamemi, Km 87, incontriamo un ragazzo di Siracusa (Andrea) che con la sua Transalp ci accompagnerà fino a questo grazioso paesino di pescatori. Scopriremo casualmente che l'albergo che ci ha ospitato è stata la base della troupe che ha girato il film di G. Salvadores Sud. L'albergatore è così gentile e premuroso che ci fa chiudere tutte le moto nel suo garage. La sera ceniamo in un locale veramente particolare che era probabilmente una vecchia pescheria, ed ora contiene diverse vasche con pesci vivi che vengono pescati al momento sulla base delle ordinazioni, più fresco di così!!!
Ripartiamo costeggiando la parte più a sud della Sicilia e risaliamo verso Scicli, Modica (ottimi i cannoli del Caffé dell'Arte, www.ragusaonline.com/dolcevita), Ragusa. Visti i pochi giorni che ci rimangono alla fine della vacanza, decidiamo di tirare avanti fino ad Agrigento, attraversiamo quindi Comiso, Vittoria, Gela, Licata e finalmente arriviamo ad Agrigento di sera: uno spettacolo veramente fantastico, la Valle dei Templi con una luna piena che sta sorgendo giusto dietro il tempio della Concordia; credo che uno spettacolo così capiti raramente, e noi eravamo lì a godercelo (a volerlo fare apposta non ci saremmo riusciti!).
la Valle dei Templi (Agrigento) Trovare una sistemazione modesta ed economica ad Agrigento non è cosa semplice. Ci fermiamo due notti ad Agrigento, ci sono veramente tante cose da vedere, così tagliamo un'altra tappa, Trapani. Valeva veramente la pena di fermarsi, i templi visti di giorno, al tramonto e poi di notte sembrano trasformarsi, e diventare sempre più belli. Ceniamo al ristorante il Molo, e beviamo tutti un po’ troppo, ma tanto le moto sono in albergo e quindi non ci sono pericoli!.
Partenza per Selinunte passando da Sciacca, visita ai templi e all'Acropoli, poi due ore di relax in spiaggia, non esagero ma c'erano almeno 20 gradi. Risaliamo poi verso Castelvetrano, Gibellina vecchia e nuova, la valle del Belice (che effetto ci ha fatto vedere una enorme colata di cemento a simboleggiare le rovine dell'abitato distrutto dal terremoto del '68). Troviamo molti cartelli di strade interrotte e con frane, sembra quasi che qui non viva più nessuno e che sia stato abbandonato tutto, anche la manutenzione delle strade. Ci capita di fare anche diversi punti sterrati e ricoperti di fango, sono gli effetti delle piogge torrenziali dei giorni precedenti. Saliamo attraverso Salemi fino al tempio di Segesta, e solo grazie alla simpatia di un custode riusciamo velocemente a visitare anche l'ultimo tempio. Infine prendiamo l'autostrada e ci spostiamo su, fino a Palermo dove c’è la Nave Splendid GNV che ci aspetta per riportarci a Genova.
Un consiglio a chi può: visitate la Sicilia, e possibilmente in periodi non caldi, scoprirete cose stupende.
Elio

Motocicliste ® 2000